INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Fiom-Cgil e Coronavirus, verificare misure di sicurezza in azienda

Inviata richiesta a Asl, Carabinieri, Prefettura e Regione Abruzzo per controlli sulla corretta applicazione delle norme sanitarie di sicurezza previste dal DPCM, all'interno delle aziende metalmeccaniche della provincia dell'Aquila

Fiom-Cgil

La FIOM-CGIL ha ritenuto opportuno inviare a ASL, Carabinieri, Prefettura e Regione Abruzzo una richiesta di verifica della corretta applicazione delle norme sanitarie e di sicurezza previste dal DPCM all’interno delle aziende metalmeccaniche della provincia di L’Aquila, visto che i luoghi di lavoro, ben lungi da essere zone franche, possono rappresentare un’occasione di contagio tutt’altro che remota.

Peraltro lo stesso rischio è riconducibile anche agli spostamenti sui mezzi pubblici che i lavoratori affrontano quotidianamente per raggiungere le aziende, dunque l’attenzione degli organi competenti è stata richiamata anche su questo punto.

In una situazione così critica nulla può essere sottovalutato o lasciato alla sola autodeterminazione delle aziende o all’impegno dei rappresentanti dei lavoratori, sprovvisti di adeguata formazione specifica per ovvi motivi. È invece necessario che l’autorità sanitaria, magari in sinergia con i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, garantisca l’effettiva rispondenza delle misure adottate all’interno delle aziende ai criteri di sanità e sicurezza previsti.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Cerchio verso futuro, progettualità guarda all’Europa

Tedeschi sempre più deciso a trasformare Cerchio in un borgo virtuoso e protagonista
Redazione IMN

Il poker sull’Angolana fa sorridere il Paterno, Torti: «Dai ragazzi volevo questa risposta»

Alice Pagliaroli

Marsilio: “Piano A14 non accettabile, terza corsia priorità”

Il Presidente della Regione Abruzzo dichiara un secco "no" al nuovo piano industriale di Autostrade ...
Redazione IMN