INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Bankitalia: occupati in aumento del 1,9% in Abruzzo

Consumi in ripresa, ma ridotta propensione al risparmio

“Il quadro occupazionale della regione è migliorato nel corso del 2021. Il numero di occupati è aumentato (+1,9%), come pure la partecipazione al mercato del lavoro (tasso di attività al 63,9% dal 62,8% del 2020), che si attesta tuttavia su livelli inferiori a quelli precedenti la crisi sanitaria“.

Lo si legge nel rapporto di Bankitalia “L’economia dell’Abruzzo”.

Il documento, disponibile sul sito della Banca d’Italia, è stato presentato all’Auditorium del Gran Sasso Science Institute, con interventi di Eugenio Coccia (rettore Gssi), Alessandro Tosoni e Alessandra Pasquini (divisione analisi della filiale L’Aquila), Marco Spallone (professore Unich), Gennaro Zecca (Gruppo Zecca energia), Fabrizio Balassone (capo servizio struttura economica di Bankitalia).

Introduzione a cura di Giovanni Giuseppe Ortolani, direttore di filiale.

“Rimane ampio, rispetto alla media nazionale – si legge nel rapporto – il divario di genere nei tassi di partecipazione (21,2 punti percentuali nel 2020), in particolare per le madri con figli in età prescolare”.

Quanto all’occupazione subordinata “la creazione di nuove posizioni lavorative (circa 14.500 unità) si è collocata su livelli superiori rispetto al 2019, grazie all’andamento positivo nel turismo e nelle costruzioni; la crescita ha riguardato le posizioni lavorative a termine“.

Il reddito delle famiglie abruzzesi è tornato a crescere nel 2021 (+1,9% a valori costanti), beneficiando dei miglioramenti del mercato del lavoro e delle misure di sostegno pubblico.

I consumi, pur risentendo del rialzo dei prezzi di beni e servizi, sono risultati in ripresa (+4,1% in termini reali) dopo il forte calo del 2020; la propensione al risparmio si è ridotta. I prestiti alle famiglie hanno ripreso a crescere (al 3% a fine 2021) sia nella componente mutui (3,3%), stimolata dalla dinamicità del mercato immobiliare, sia in quella del credito al consumo (2,4%). Dopo il marcato calo del 2020, il tasso di natalità netto delle imprese è aumentato al 2,8%.

La redditività è tornata a crescere ai livelli 2020.
La domanda di prestiti bancari è diminuita “in un contesto di politiche di offerta degli intermediari ancora sostanzialmente distese”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Vaccini personale asilo nido, l’assessore Verì replica a Blasioli

L'assessore: "Nessuna dimenticanza da parte della Regione"
Redazione IMN

57 casi nella Marsica scoperti in appena 24 ore

I dati aggiornati della Marsica. Ad Avezzano, segnalati altri 21 nuovi positivi.
Redazione IMN

Avis di Avezzano, tanti a donare il sangue per l’emergenza terremoto

Redazione IMN