INFO MEDIA NEWS
NEWS Sport

2-2 che strilla nella domenica di Seconda: pari avvincente tra Canistro e Plus Ultra

Decimo turno di Campionato scoppiettante, quello giocato e combattuto, fino all’ultimo secondo, al Comunale ‘Alessandro Corvi’, tra la Plaus Ultra e la squadra di casa, il Canistro di mister Cesareo. Il risultato finale dice 2-2, dopo una gara dalle mille facce e dai mille ribaltamenti, di campo e di punteggio. Non una partita qualunque tra Canistro e Plus Ultra, memori, entrambe, dell’ultimo confronto valevole il passaggio diretto di categoria, vinto a Trasacco dal Canistro, solo un’estate fa. Il destino calcistico, però, ha voluto che le due formazioni marsicane si incontrassero di nuovo, su un campo diverso e un gradino più in alto di Categoria, la Seconda.

 

Parte forte la squadra di casa, che sigla la rete del momentaneo vantaggio intorno al 10’ del primo tempo. Il gol arriva sugli sviluppi di un calcio di punizione. Mischia in area di rigore Plus Ultra, ne approfitta Simone D’Amico che beffa Gianmaria Paravani, insaccando la palla in rete. Reagisce subito la squadra rossoblu, senza, però, trovare la strada del gol. Il Canistro si difende e riparte. Arriva proprio su ripartenza il gol del 2-0 Canistro e per la squadra agli ordini di Pietro Principe il match si mette decisamente in salita. Prima dello scadere dei 45 minuti, però, c’è ancora tempo per due grandi parate di Paravani, che salva la Plus Ultra dal possibile 3-0, e per un legno colpito, su punizione, dagli ospiti all’ultimo minuto di gioco.

 

Durante l’intervallo i rossoblu raccolgono idee ed energie. Il piglio Plus Ultra nella ripresa è travolgente. Il gol che accorcia le distanze arriva subito e lo firma Daniele Fosca, che finalizza in porta, con un tiro al volo, un lancio di Ippoliti. Il secondo tempo è un monologo rossoblu, con il Canistro concentrato a difendere il vantaggio. Non tarda ad arrivare il gol del pari. Lo sigla Pietro Guglielmi, che controlla la sfera e poi è bravo depositarla in rete, battendo sul tempo la retroguardia del Canistro. La Plus Ultra ne ha di più, ma arriva un cartellino rosso a complicare le ambizioni di rimonta. L’arbitro espelle Fosca, autore della rete ospite e sugli spalti e in panchina, quando mancano quasi 20 minuti dalla fine, montano le polemiche per un provvedimento giudicato dubbio dai rossoblu. Finisce 2-2 al 90esimo, con Canistro che sale a quota 16 e la Plus Ultra che raggiunge 20 punti in classifica, scivolando al terzo posto.

 

C’è gioia in quel di Trasacco, ma, al contempo, consapevolezza di non essere stati perfetti. «Ieri abbiamo regalato un tempo agli avversari – dichiara Cristian Di Salvatore, dirigente rossoblu – Siamo stati bravi nella seconda frazione di gioco a imporre il nostro calcio e ad accorciare subito le distanze con Fosca. Dobbiamo però fare più attenzione nella fase di approccio al match. Soprattutto nel primo tempo, infatti, è stato decisivo il nostro portiere. Alla prossima gara aspettiamo il  Cese in Casa, speriamo di tornare subito alla vittoria».

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Stabilizzazione medici 118 convenzionati

Cgil: "Sana condizione di precarietà lavorativa"
Redazione IMN

Cocullo, rito dei serpari: ecco il programma 2022

Fascino e religione si incontrano in questo rito dalle antichissime origini che unisce fede e ...
Redazione IMN

Dall’Aquila un’ondata di novità per le vacanze dei giovani turisti

Redazione IMN