INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

A24, A25: l’ira dei sindaci, “Impegni assunti vanno rispettati”

Gli amministratori di Lazio e Abruzzo: "Abbiamo avuto colloqui, in questi anni, con 5 ministri diversi. Battaglia che non ha mai avuto colore politico. 118 sindaci non possono essere presi in giro, rispediamo al mittente le offese e le accuse".

I sindaci e gli amministratori di Lazio e Abruzzo, con una nota inviata alla stampa, rispediscono “al mittente le offese e le accuse di strumentalizzazione politica riportate nel comunicato del Mit. I sindaci non polemizzano”.

I Sindaci, da oltre cinque anni, “portano avanti una battaglia di civiltà per tutelare i territori che rappresentano, una battaglia che non ha mai avuto un colore politico. In questi anni ben cinque ministri e altrettanti governi si sono succeduti e i sindaci hanno usato per tuti lo stesso metro”.

“La battaglia prosegue – dicono con forza gli amministratori – e con essa le manifestazioni e le proteste perché gli impegni assunti vanno rispettati e 118 Sindaci non possono essere presi in giro. Grazie all’impegno dei sindaci i pedaggi autostradali sono bloccati dal 2017 (ben 5 rincari sono stati evitati). Ma non è sufficiente: si pretende sicurezza, un equo pedaggio e una convocazione ufficiale per il tavolo istituzionale. E soprattutto, si pretende rispetto!”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Mauti e la sua carriera: grandi progetti con l’Angizia Luco

Veronica Di Giovanni

A Pescara il Giro d’Italia solidale

Ieri la tappa pescarese
Redazione IMN

Musica oltre il Covid, l’abruzzese Farge in TV

“La musica deve prima salvarsi per salvare”, l’autore abruzzese Matteo Farge, sigla la genesi di ...
Redazione IMN