INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Angelosante su Collegio maestri sci

Chiarimento del capogruppo di Valore è Abruzzo in merito alla querelle sul  rinnovo dei membri del Collegio regionale maestri di sci Abruzzo

“Era doveroso da parte mia portare all’attenzione della Commissione consiliare di ‘ Vigilanza ‘, presieduta dal collega Pietro Smargiassi, una richiesta di chiarimento in merito alla querelle sul  rinnovo dei membri del Collegio regionale maestri di sci Abruzzo e/o delegato al Collegio nazionale “.

Lo scrive in una nota Simone Angelosante, capogruppo Valore è Abruzzo federato con Forza Italia, che aggiunge:

” Il passaggio in Commissione riguardava esclusivamente l’aspetto di controllo e di verifica circa l’elettorato attivo e passivo dei maestri di sci e la loro  possibilità di insegnamento. Un passo indietro, la legge n.81/1991 ha stabilito che: – l’esercizio della professione di maestro di sci è subordinata all’iscrizione in appositi albi professionali regionali tenuti, sotto la vigilanza della Regione, dal rispettivo collegio regionale dei maestri di sci; –  del collegio fanno parte tutti i maestri di sci iscritti nell’albo della Regione, non chè i maestri di sci ivi residenti che abbiano cessato l’attività per anzianità o per invalidità; – la vigilanza sul collegio regionale dei maestri di sci e l’approvazione dei regolamenti spettano alla competente autorità regionale ” prosegue Angelosante ” da ciò si evince a chiare lettere che il Collegio regionale è formato da tutti i maestri di sci, sia in attività o meno, tutti con gli stessi diritti e doveri  mentre, l’albo regionale dovrebbe raccogliere solo i maestri di sci che intendono esercitare la professione. Quindi, il possesso del requisito della ‘ idoneità psico-fisica ‘ ( art.4 lett.C ) per esercitare la professione di maestro di sci si intende circoscritta  ai soli fini dell’iscrizione all’Albo quale adempimento obbligatorio e condizione per il legittimo esercizio della professione. Inoltre, va aggiunto che la Regione Abruzzo non ha mai approvato il Regolamento adottato dal Collegio regionale  in base al quale si sono estromesse le candidature dei maestri di sci Simona Di Padova, Gianluca Di Girolamo e Pietro Trozzi. Entrando nello specifico, esiste un regolamento approvato dalla Regione Abruzzo  nel  1999, antecedente alla modifica della legge regionale avvenuta nel 2013 a cui non è seguita un’approvazione del successivo regolamento.  Ho fatto  un appello di buonsenso al presidente dei maestri di sci affinché consenta a tutti  di poter votare il nuovo direttivo in attesa che la Regione entri nel merito del regolamento auspicando la non reiterazione di  episodi come l’esclusione del diritto di voto a persone portatrici di invalidità o donne in stato interessante” conclude Angelosante.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Covid, “riapertura palestre a gennaio possibile, stadi no”

Spadafora: "Riapertura gennaio obiettivo raggiungibile"
Redazione IMN

Oss, D’Incecco: “Inserire punteggio aggiuntivo come da risoluzione approvata”

Capogruppo Lega: "Nel concorso pubblico non si fa riferimento alcuno a quanto deliberato dal ...
Redazione IMN

Virus in Abruzzo: 344 nuovi casi, +170 i guariti

I dati aggiornati ad oggi, 13 dicembre. In Provincia dell'Aquila si registrano 63 nuovi positivi.
Redazione IMN