Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Appello alle Forze dell’Ordine dai commercianti

Commercianti di Via Cataldi denunciano disagio sociale

Alcuni titolari di attività commerciali site in Via Sergio Cataldi ad Avezzano, in pieno centro, hanno scritto un accorato appello alle Forze dell’Ordine riguardo alla situazione critica che registrano ogni giorno fuori dai loro negozi, dovuta al sostare di gruppi di ragazzi ogni giorno, che impediscono il regolare svolgimento del loro lavoro e spesso ostruiscono il passaggio pedonale. Riportiamo la missiva inviata dagli esercenti.

Ai Responsabili dei Comandi di Polizia Locale di Avezzano Comando Compagnia Carabinieri di Avezzano Polizia di Stato Commissariato di Avezzano Guardia di Finanza Comando Compagnia di Avezzano.

Avezzano 20/07/2022

Gli scriventi, titolari di negozi, nonché sottoscrittori della presente, vogliono portare a conoscenza e denunciare la grave situazione che si è creata nel tratto di marciapiede che va dal civico n°66 al civico n°88 di Via Sergio Cataldi ad Avezzano. In questo breve tratto di marciapiede, ogni pomeriggio, dalle 17 in poi, (il sabato si raggiunge il culmine), si radunano decine di ragazzi, la maggior parte dei quali palesemente minorenni, di entrambi i sessi. Sono organizzati per etnia, razza, quartieri.

Questi stanno creando problemi di ordine sociale, di decoro e di ordine pubblico: -Ammassandosi in un marciapiede di pochi metri, Impediscono il normale passaggio dei pedoni.

-creano una forte impedimento a chiunque debba passare sul marciapiede con un passeggino con neonato o ad un disabile con carrozzina.
-ostruiscono l’ingresso dei negozi ai clienti
-bevono e lasciano a terra bottiglie di birra
-ogni tanto scoppiano delle risse
-danneggiano vetrine, gradini, portoni, auto
-Il tratto di marciapiede in questione è diventato una latrina a cielo aperto. Al mattino ritroviamo ogni sorta di rifiuto
Gli animi si stanno esacerbando e prima o poi c’è il reale rischio che qualche negoziante si comprometta, visto che si tratta di minorenni.
Chiediamo, pertanto, ai Comandi delle succitate forze di Polizia, di valutare la situazione e di aiutarci per ritornare a lavorare con tranquillità, così come è stato fino a qualche mese fa.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Chieti, sottoposti a vincolo 60 capi di animali da reddito dai Nas: nell’occhio del ciclone macelleria a km 0

Gioia Chiostri

Domani ultimo saluto a Mario Sbardella

I funerali si volgeranno alle 11 nella Chiesa Madonna del Passo
Redazione IMN

Civitella Roveto, lezioni sospese alla scuola dell’infanzia

La decisione dopo tre casi di positività riscontrati il 13 gennaio
Redazione IMN