INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Aumenti personale ATA e DSGA: “Scuola più centrata sullo studente”

Attribuite oltre 70 mila posizioni economiche, mediante un corso di formazione con test finale, che consentiranno di acquisire benefici economici permanenti tra 45 euro e 100 euro mensili.

Nell’incontro che si è svolto di recente presso il Ministero dell’Istruzione e del Merito con i rappresentanti sindacali delle organizzazioni firmatarie del contratto nazionale è stato tracciato il percorso per garantire, in attuazione del CCNL, tempi rapidi per l’attribuzione di posizioni economiche orizzontali, per i passaggi verticali dal profilo di collaboratore al profilo di operatore e per il passaggio da assistenti amministrativi facenti funzione DSGA alla nuova area di funzionari ed elevata qualificazione.

Questi sforzi congiunti tra il Ministero e le organizzazioni sindacali firmatarie del contratto nazionale dimostrano un impegno condiviso per il miglioramento delle condizioni lavorative e per la valorizzazione del personale ATA.

In particolare, verranno attribuite oltre 70.000 posizioni economiche, mediante un corso di formazione con test finale, che consentiranno di acquisire benefici economici permanenti tra 45 euro e 100 euro mensili.

Inoltre, partiranno velocemente le procedure per il passaggio nell’area dei funzionari ed elevata qualificazione di circa 1.800 facenti funzioni di DSGA, rafforzando ulteriormente la struttura del nostro sistema grazie al consolidamento del ruolo fondamentale delle segreterie amministrative nelle scuole.

Infine, mediante l’utilizzo di 36,9 milioni di euro previsti nel CCNL, sarà possibile far transitare un numero significativo di collaboratori scolastici nella nuova area degli operatori con un incremento di circa 690 euro annui lordo stato ciascuno, a fronte di funzioni aggiuntive, destinate a rafforzare il supporto agli alunni con disabilità cui potrà essere garantita una assistenza alle loro esigenze igienico sanitarie.

“Il Ministero è al lavoro perché le novità previste per il personale ATA e i DSGA dal contratto nazionale possano concretizzarsi nel più breve tempo possibile. Sono misure che testimoniano l’impegno del Governo per il miglioramento continuo delle condizioni di lavoro nel sistema nazionale di istruzione”, ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara. “Il nostro obiettivo è valorizzare il contributo di tutto il personale scolastico che a diverso titolo è impegnato nelle nostre scuole per realizzare un sistema che sia sempre più inclusivo e centrato sullo studente”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Coronavirus, Abruzzo: oggi 581 positivi

Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 548 tamponi molecolari e 3012 test antigenici
Redazione IMN

Incentivi agli infermieri, Bocchino-Di Matteo: “E’ un dovere”

"Risolto l'arcano della mancata corresponsione del bonus da inizio anno. E' un dovere per la ...
Redazione IMN

Tamponamento tra Tir sulla A24, traffico bloccato per un’ora

Luca Sabatini