INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Domani tavolo di confronto contro il precariato alla LFoundry

Sarà presente anche l’assessore regionale Pietro Quaresimale. L’amministratrice di Avezzano, Loreta Ruscio, riunisce di nuovo i sindaci attorno ad un tavolo di confronto: “La vertenza accomuna la Marsica, non possiamo far passare altro tempo”.

A seguito del presidio pacifico organizzato nella giornata di mercoledì scorso dalla UilTemp regionale, i sindaci della Marsica e gli amministratori tutti, su proposta dell’assessore del Comune di Avezzano Loreta Ruscio, dopo aver condiviso pareri e possibili modalità di azione e di intervento, si riuniranno domani, lunedì 25 luglio, nella sala consiliare della città, con le sigle sindacali. La missione univoca è quella di arrestare il cammino del precariato in LFoundry ed intercettare possibili cambi di rotta.

“Abbiamo deciso, di nuovo, di agire da territorio, di fare quadrato e squadra, come è già successo nel recente passato, attorno ad una vertenza che è della Marsica innanzitutto. – afferma l’assessore Loreta Ruscio, con delega alle Politiche industriali e del Lavoro – Il sito produttivo della Lfoundry è attualmente il più grande della Provincia dell’Aquila e dà lavoro a circa 1500 dipendenti: è una fucina di esperienza, specializzazione e formazione. Inutile ribadire quanto importante per il territorio e per i giovani sia la sua crescita performante e la sua permanenza in Marsica. E quanto fondamentale sia la predisposizione, con l’impegno della nuova proprietà, di un piano industriale serio e continuativo, nonché ambizioso”.

Al tavolo parteciperanno i rappresentanti regionali e provinciali di Uil, Uilm, Cisl, Fiom Cgil e le Rsu di stabilimento. Sarà presente, perché invitato, anche l’assessore regionale alle politiche del Lavoro dell’Abruzzo, Pietro Quaresimale, il quale si è già riunito con i sindacati ma con l’assenza della proprietà il 30 giugno scorso in Regione, sulla vertenza Lfoundry. “La domanda è: cosa può fare la politica locale per i lavoratori? Il presidio ai cancelli della LFoundry non può passare inosservato – dichiara il sindaco di Trasacco, Cesidio Lobene – ben vengano, quindi, le azioni corali di territorio, ben venga la presenza proattiva del territorio”.

L’incontro si terrà alle ore 17. Lo scopo è quello di continuare a dare voce alle problematiche del sito produttivo – ricadente anche in area Zes – e instaurare, anche a più livelli, il tavolo di dialogo permanente, dal locale al regionale. Quello che si cerca è un confronto con l’azienda. “Oggi gli scioperi si organizzano per ribadire la necessaria dignità dei lavoratori che dopo 36 mesi non hanno più una certezza su cui contare. – annuncia Maurizio Sacchetta, segretario regionale Uiltemp, che ha organizzato il presidio dello scorso mercoledì – Sono stati ‘utilizzati’ per 3 anni e poi lasciati a casa, nonostante il lavoro e le commesse non manchino, questo è il paradosso. Il turnover genera cambi repentini e drastici di personale: ciò comporta che si abbassino, in azienda, competenze e formazione”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Virus: oggi +25 casi in Abruzzo, +3 nella Provincia dell’Aquila

Nelle ultime 24 ore, nessun nuovo decesso registrato. 25 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ...
Redazione IMN

Messa in sicurezza SS5, Santilli: “Domani consegna rilievi topografici”

Sta per partire l’iter amministrativo per la messa in sicurezza della Strada Statale 5 via ...
Redazione IMN

Pezzopane: Libro Fiano per L’Aquila democratica

Deputata Pd: "Le parole di Fiano ed il suo racconto del rapporto con il padre, sopravvissuto ai ...
Redazione IMN