INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Avezzano ricorda la tragedia delle Foibe

In sala consiliare domani alle ore 10.00 gli studenti racconteranno con un monologo d’autore le atrocità subite, l'amministrazione comunale accenderà anche la fiamma del ricordo

10 febbraio: giorno del ricordo del massacro delle foibe

Quattro studenti di diverse scuole superiori della città, parole d’autore, un minuto di silenzio e un momento di raccoglimento breve ed intenso, con le bandiere a mezz’asta. In questo modo, domani 10 febbraio, alle ore 10, l’Amministrazione comunale di Avezzano ricorderà la tragedia delle Foibe. Il Governo italiano istituì, con la legge numero 92 del 2004, la Giornata del Ricordo. Il Comune, quest’anno, ha scelto di commemorare all’interno della sua sala di maggior prestigio, l’aula consiliare, le vittime delle foibe. Alla fine del Secondo Conflitto Bellico, migliaia di istriani, di triestini, di italiani ma anche di slavi, vennero letteralmente “infoibati”, spesso ancora vivi, in vere e proprie voragini rocciose dell’altopiano del Carso. Sono state registrate più di 1700 foibe. Parteciperanno alla commemorazione avezzanese anche i militari in congedo dell’UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in congedo d’Italia), con il loro presidente, il 1° capitano Floriano Maddalena. Sempre nell’ambito delle iniziative previste dal comune, sulla pagina social dell’ente si potrà vedere un toccante video realizzato dal Ministero della Cultura.

Vogliamo ricordare in maniera intima e sobria – specifica l’assessore Cinzia Basilico – un capitolo feroce della nostra storia; una storia non solo italiana, ma una pagina semplicemente umana, che si fonde e si confonde anche con le storie di altri Paesi. Lo faremo coinvolgendo giovani studenti e il mondo dell’associazionismo, da sempre impegnato nella conservazione della memoria. Ricordare è un dovere, sempre e la bussola del tempo non va mai perduta”. Con il coordinamento del regista marsicano Marco Verna, quattro ragazzi reciteranno assieme alcuni passi d’autore, riferiti alla nota vicenda storica.

Proprio quest’anno, infatti, si celebra il 20esimo anniversario dell’istituzione del Giorno del Ricordo. A livello nazionale e su promozione del Ministero per lo Sport e per i Giovani, è stato organizzato il “Treno del Ricordo”, che verrà inaugurato sabato 10 febbraio, presso la stazione di Trieste (prima tappa della memoria). Il treno storico – che ospiterà, a bordo, anche una mostra multimediale – avrà il compito di ripercorrere simbolicamente il viaggio compiuto dagli esuli istriani, fiumani e dalmati. Il suo viaggio partirà l’11 febbraio da Venezia e approderà direttamente a Taranto, il prossimo 27 febbraio, per l’ultima tappa della testimonianza.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Muore paziente sospetto Covid di Aielli

L'ambulanza sulla quale era trasportato l'uomo è finita fuori strada
Redazione IMN

Santià: Di Pangrazio incontra vertici Asl 1

Incontro con Testa e Mascitelli: sul tavolo vaccini e personale Asl
Redazione IMN

Imprudente, riforma dei consorzi di bonifica

Presentato il progetto di legge di 23 articoli
Redazione IMN