INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Boom contagi a Pescara, Pietrucci: “Immediata convocazione Cts”

Consigliere regionale: "Gravissima e incomprensibile inerzia della Regione di fronte alla drammatica esplosione dei contagi da Coronavirus"

È gravissima e incomprensibile l’inerzia della Regione di fronte alla drammatica esplosione dei contagi da Coronavirus che si registra a Pescara. Si tratta di una crescita formidabile di positivi, in atto già da troppe settimane”.

È quanto si legge in una nota del consigliere regionale di opposizione Pierpaolo Pietrucci.

“Col risultato che oggi gli ospedali sono saturi e l’aumento dei contagi dei prossimi giorni – purtroppo una atroce certezza – rischia di mandare in tilt l’intero sistema. Trovarsi in questa situazione ora, dopo gli allarmi ripetuti, le allerte nazionali, le restrizioni imposte dai DPCM, e dopo gli arroganti errori e conflitti col Governo del Presidente Marco Marsilio, registrare ora questi dati tragici è assurdo”, spiega Pietrucci.

“Perché non si è convocato il CTS? Ci sono motivi a noi ignoti? Si pensa che le cose si aggiusteranno da sole? O dobbiamo preoccuparci e molto e subito per evitare il collasso della sanità e un riprecipitare in zona rossa con conseguenze nefaste per la salute e l’economia degli abruzzesi?
I dati del Ministero della Salute riportati nella tabella e nel grafico sottostanti (elaborati dal dott. Riccardo Persio, ricercatore universitario di economia e statistica) sono un pugno allo stomaco”, aggiunge.

“Chiedo a Marsilio di convocare immediatamente il Comitato Tecnico Scientifico per assumere le indispensabili decisioni”, conclude.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Estate lungo le coste abruzzesi, progetto “Mare sicuro 2023”

"Garantiti controlli più intensi su tutte le attività svolte in mare al fine di prevenire condotte ...
Redazione IMN

Turismo, Febbo: “Dati positivi per l’Abruzzo”

“Prossima estate previsto incremento del 15% dei turisti”
Redazione IMN

Temporali forti al Nord, caldo aumenta al Sud

L'Italia appare divisa in due
Redazione IMN