INFO MEDIA NEWS
NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV Sport

Celano-Pucetta pareggio in extremis

Il racconto di una gara nata bene, fattasi poi complicata e riacciuffata per i capelli allo scadere

Esame complicato al Fabio Piccone di Celano con i gialloblù che devono riscattare il brutto ko interno subito domenica ad opera del Tagliacozzo. In una giornata assolata e con una tribuna gremita i 22 in campo scendono in campo così schierati: mister Celli sceglie Rossi, Scolari, Mione, Paneccasio, Villa, Di Fabio, Michele D’Amore, Kras, Libonatti, Mercogliano e Fidanza, formazione con ben 3 ex gialloblù Scolari, Di Fabio e Mercogliano più D’Agostini in panca. Oltre a D’Agostini, pronti a subentrare ci sono Santoro, Tabacco, Volpe, Albertazzi, Di Giovambattista e Giuseppe D’Amore, Di Gaetano e Palombizio. Giannini dal canto suo schiera i suoi con un inedito 3-4-1-2, composto da Brassetti tra i pali, la linea a tre di difesa con Di Marco, Andrea Tuzi e Castellani. Sull’out di destra Tavani, in mezzo Massimiliano Tuzi e Marianella a sinistra Boukrhais, sulla trequarti Ricardinho a ridosso delle due punte Carosone e Vinicius.

Nei primi minuti si fanno vedere i padroni di casa sulle fasce, prima con Michele D’Amore che sfonda a destra e dal fondo serve al centro, ma Di Marco riesce a liberare l’area. Poco dopo è il turno di Mercogliano sull’altro lato, trova il fondo e cerca la conclusione, ma da lì Brassetti è bravo a occludere ogni spiraglio e a respingere con il corpo la conclusione ravvicinata. Minuto 11 e brutto internvento di Di Fabio su Ricardinho. Per Di Renzo nessuna sanzione nonostante l’intervento con il piede alto e pericoloso del difensore celanese fosse meritevole almeno del cartellino giallo. Da quella piazzola, circa 20 metri, al 12’ Ricardinho prende la mira e fredda Rossi con un arcobaleno di rara bellezza. Secondo centro stagionale per il trequartista brasiliano.

Il Celano cerca la reazione e sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto dall’ex Mercogliano, la palla torna proprio tra i suoi piedi e tenta un cross velenoso che crea qualche problema a Brassetti, bravo comunque a farsi trovare pronto. Il Pucetta è in un buon momento e ha il coraggio di tentare le giocate, come nel caso di Marianella che dalla distanza fa partire un fendente che viene sventato abilmente da Rossi. Ancora Marianella, servito da un filtrante con il contagiri di Carosone cerca il diagonale piazzato, l’intervento di Rossi sembra indeciso, ma tocca il pallone quel tanto che basta per farlo terminare sul fondo. È da poco passata la mezzora, quando al 34’, da un lancio innocuo, di Mercogliano per Fidanza, Di Marco ha un controllo infelice, Fidanza è lesto nel girare a centro area il pallone sul quale si avventa libero da marcature il classe 2005 Michele D’Amore, che di piatto trova il pareggio. 

Adesso è il Celano ad essere in fiducia, ma il diagonale di Libonatti è debole e Brassetti raccoglie la sfera senza problemi. Corner di Ricardinho e Castellani tenta una girata al volo, ma il pallone supera abbondantemente la porta. Ci prova anche Carosone dai 16 metri, cercando di piazzare il pallone, ma la sfera manca il bersaglio grosso. Nella ripresa non ci sono sostituzioni e parte bene il Pucetta sfruttando un errore di Kras, con Ricardinho che accetta il gentile cadeau e lancia una staffilata diretta in porta, ma Rossi è attento a sventare il pericolo. Rispondono i padroni di casa con Libonatti, ma il tiro del centravanti di casa decolla verso l’alto. Il Pucetta vuole riportarsi in vantaggio e sempre dalla distanza ci prova Massimiliano Tuzi con un bel sinistro, ma ancora una volta Rossi è attento e devia la conclusione. Sull’altro fronte Fidanza punta Tavani crossa sul secondo palo dove trova appostato Mercogliano che evitando la rimessa dal fondo mette al centro e al volo in bello stile un cioccolatino per Kras, ma il suo piattone manca clamorosamente la porta. Attacco del Pucetta, con Tavani bravo a premiare l’inserimento di Ricardinho che dalla destra mette al centro un pallone perfetto, ma Carosone non riesce a coordinarsi e a Rossi riesce un altro miracolo. Ancora Pucetta, questa volta da corner: la sfera giunge sul destro di Marianella che però al volo non centra la porta. Risponde il Celano con Tabacco (subentrato a Libonatti nell’insolito ruolo di centravanti) che lancia Michele D’Amore in profondità, ma Brassetti è bravo in due occasioni chiudendogli in entrambe lo specchio della porta. Ancora il Pucetta con Mercogliano che dal limite cerca di piazzare il pallone, ma Brassetti è bravo a distendersi e a sventare la minaccia. Ricardinho prova bussare ancora alla porta di Rossi ignorando Tavani libero sulla destra, ma il suo sinistro a giro si spegne sul fondo.

A ridosso del 40’ della ripresa azione lunga e manovrata da parte dei padroni di casa, con il Pucetta che non riesce a liberare, finché la palla arriva a Kras, poi a Paneccasio che dalla sinistra trova Mione appena dentro l’area, il quale a sua volta pesca Di Gaetano all’altezza del dischetto e di prima intenzione il numero sette del Celano batte imparabilmente Brassetti. Per il Pucetta si ripresenta il fantasma dell’ennesima rimonta subita. Si getta in avanti a testa bassa cercando di riacciuffare la gara, ma si espone inevitabilmente alle ripartenze celanesi. Così Di Gaetano ha l’occasione per la sua doppietta personale, ma il suo sinistro questa volta fa volare il pallone in cielo. Ci prova anche Palombizio, ma il suo destro da fuori area si affievolisce tra le braccia di Brassetti.

All’ultimo minuto di recupero, l’arbitro Di Renzo fa cenno che dopo quel corner che si sta per battere decreterà la fine. Il Celano si arrocca in area, da dietro vanno tutti in avanti, ed è così che Ricardinho pennella al centro un gran cross e Di Marco, con la fascia da capitano al braccio, sigla un gol pesantissimo, il Primo di questa stagione, il primo da capitano!

Di Renzo fischia tre volte e la gara finisce così, 2 a 2, con il Pucetta che guadagna un punto meritato e scaccia via i fantasmi dell’ennesima rimonta subita.

Comunicato stampa del Pucetta Calcio

Altre notizie che potrebbero interessarti

Tekneko e Comuni dicono «NO» all’inquinamento: ora la Marsica è più pulita

Redazione IMN

Lanciano, una biblioteca “mini” per i pazienti di Pediatria

Consegnati ieri i libri al Reparto. La donazione è a opera di un'azienda che opera in Abruzzo e ...
Redazione IMN

Caso De Cesare: “Inqualificabile ignoranza”

Il parroco di Antrosano torna a chiedere provvedimenti nei confronti dell'assessore che ha rivolto ...
Redazione IMN