INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Cerchio si fa sempre più bello

Definiti dall’Amministrazione ulteriori interventi per lo sviluppo e la crescita della città

Cerchio si fa sempre più bello e diventa sempre più un cantiere aperto. L’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Gianfranco Tedeschi sta proseguendo con gli interventi per lo sviluppo e la crescita della città.

Sono anni ormai che vengono eseguiti lavori grazie all’attento impiego del denaro pubblico che il Comune ha a disposizione. Tra i lavori iniziati e quelli che sono stati definiti e affidati vi sono quelli relativi alla palestra comunale, struttura al servizio del Nuovo Plesso Scolastico, quelli per la realizzazione di una Tendostruttura in località Orto Sereno e il completamento del Nuovo Plesso Scolastico.

Gianfranco TedeschiIl primo cittadino Tedeschi ha aggiunto che è stata indetta la Gara Pubblica per il primo Lotto e la messa in sicurezza e la riqualificazione energetica dell’impianto sportivo “Giuseppe Tofani” in località Santa Monica. Ed ha spiegato che con il Bilancio Preventivo già approvato dal Consiglio Comunale il 23 dicembre si potrà rapidamente procedere, entro il 15 febbraio, alla gara per il secondo Lotto per il campo sportivo comunale “Giuseppe Tofani” affinchè ci sia la realizzazione di un campo sintetico. Il sindaco ha così affermato: «Ogni cosa accade se pensata, programmata e voluta».

Gianfranco Tedeschi ha concluso ringraziando tutto il Consiglio Comunale per i lavori che continua a portare avanti senza sosta. Presto ci saranno altre iniziative su cui si sta lavorando, interventi di grande rilievo per rendere Cerchio sempre più bello.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Controlli Nas in canili Abruzzo, irregolarità

Farmaci scaduti e cani presenti in numero superiore a consentito
Redazione IMN

Celano aderisce XX Giornata Nazionale Trekking Urbano

Il 31 ottobre sarà possibile partecipare ad un seminario organizzato da Ambecò
Giulia Monaco

Nova Salus, 15 il totale dei contagiati

Si tratta di 10 pazienti e 5 operatori
Redazione IMN