INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Chiusura di 5 siti di “Leonardo”: 8 ore di sciopero

Domani 8 ore di sciopero anche a Carsoli. Fiom-Cgil della Provincia dell'Aquila: "Il piano di razionalizzazione elaborato dalla Leonardo penalizza in modo significativo il nostro territorio".

Contro la decisione della LEONARDO, azienda partecipata dallo Stato, di chiudere in Italia ben 5 siti della divisione Elettronica, tra cui anche quello di Carsoli, i Lavoratori hanno deciso di rispondere con 8 ore di sciopero per la giornata del 9 maggio, con presidio a Roma davanti al Ministero dell’Economia e Finanze e Ministero dello Sviluppo Economico.

“Il piano di razionalizzazione per la divisione Elettronica elaborato dalla LEONARDO, che appunto porterebbe alla chiusura di 5 siti, penalizza in modo significativo il nostro territorio che, stando alle dichiarazioni dell’azienda, verrebbe definitivamente depauperato di occupazione, di tecnologie, di conoscenze e di competenze” si esprime così in una nota diramata alla stampa la FIOM-CGIL della provincia dell’Aquila.

Il sito LEONARDO di Carsoli costituisce un centro di eccellenza nella progettazione, sviluppo e produzione di trattamenti superficiali di lenti (trattamenti ottici) per applicazioni militari, aerospaziali e civili, i cui campi di applicazione vanno dall’osservazione della terra e dell’universo all’aeronautica civile e militare.

“Pensiamo – continua il sindacato – che un’azienda come la LEONARDO, il cui azionista principale è lo Stato attraverso il Ministero dell’Economia e Finanze, non possa permettersi di ridimensionare la sua presenza sia dal punto di vista industriale che occupazionale su un territorio come il nostro, già colpito da un pesante processo di deindustrializzazione, ma dovrebbe piuttosto consolidarla e rafforzarla.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Burian ha le ore contate: temperature in aumento nel weekend

Redazione IMN

Un corso illustrativo per lo “sblocca cantieri”

Mercoledì mattina presso la Residenza dei Marsi
Redazione IMN

VIDEO. Ovidiana regina di Terza Categoria: squadra e società si proiettano alla prossima stagione

Alice Pagliaroli