INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Coca-Cola: oltre 20 milioni per produzione lattine a Oricola

A pieno regime saranno attivati oltre 50 nuovi posti di lavoro

Coca-Cola HBC Italia ha annunciato l’investimento di oltre 20 milioni di euro nel suo sito produttivo di Oricola (L’Aquila), per una nuova linea di produzione di lattine, la prima nella storia dello stabilimento che fino a oggi ha focalizzato le 4 linee attuali sulla produzione di referenze in PET, rPET e bag in box.

Una volta a pieno regime lo stabilimento sarà in grado di raddoppiare i volumi prodotti e garantirà oltre 50 nuovi posti di lavoro, escluso l’indotto.

L’innovazione riguarda anche la costruzione di una nuova sala per la preparazione dei concentrati e di un nuovo magazzino dedicato allo stoccaggio delle materie prime.

L’investimento darà anche un contributo alla strategia di sostenibilità di Coca-Cola HBC Italia. Le nuove macchine avranno infatti la miglior tecnologia disponibile nel mercato per minimizzare i consumi: è prevista ad esempio la diminuzione di oltre il 25% dell’intensità energetica necessaria a imbottigliare un litro di bevanda. La conclusione dei lavori è prevista per l’inizio del 2024.

“Nonostante le difficoltà del nostro settore legate all’aumento dei costi delle materie prime e al rischio di sugar e plastic tax – dichiara Frank O’Donnell, General Manager di Coca-Cola HBC Italia – continuiamo ad investire nei territori in cui operiamo, al fine di rendere più competitivi e performanti i nostri stabilimenti, con il conseguente impatto socio-economico positivo. Oricola è storicamente uno stabilimento all’avanguardia, è stato tra i primi siti produttivi in Italia ad utilizzare PET 100% riciclato. Oggi, con l’annuncio di questo nuovo ammodernamento, confermiamo lo stabilimento di Oricola come polo d’eccellenza tecnologica e di sostenibilità”.

Il sito, che dopo l’ammodernamento si estenderà su una superficie di quasi 45 mila metri quadrati, già negli ultimi anni si era arricchito di nuovi macchinari e nuovi impianti tecnologicamente avanzati, come i compressori ad alta efficienza per il soffiaggio delle bottiglie e un impianto di trigenerazione in grado di produrre allo stesso tempo energia elettrica ed energia termica calda e fredda. Una volta a pieno regime, lo stabilimento di Oricola impiegherà oltre 100 dipendenti diretti.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Covid-19, Quaresimale su plasma terapia: “Buoni risultati”

“Stanno dando i risultati auspicati le cure con il plasma iperimmune sulla donna ricoverata ad ...
Redazione IMN

Litorale abruzzese: «La perla dell’Adriatico diventa un cassonetto dei rifiuti»

Alice Pagliaroli

PNALM, Orso Marsicano: 2019 da record

Nove le femmine di orso che si sono riprodotte e sedici i cuccioli contati
Redazione IMN