INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Colonnine per auto elettriche Avezzano: al via lavori

"Si stanno terminando in questi giorni le prime istallazioni ad Avezzano, dopo il piano della nuova rete green approvato dall’amministrazione comunale".

Sono sei aree urbane e da oggi diventeranno veri punti strategici della città di Avezzano, per la ricarica – veloce, sicura e green – dei veicoli elettrici. Il Comune, dopo aver studiato un piano di azione assieme ad Enel X Way, la società del Gruppo Enel dedicata alla mobilità elettrica, ha visto partire i lavori una settimana fa, ovvero lunedì 12 giugno.

È quanto si legge in una nota del Comune di Avezzano.

La società Enel X Way, ha firmato un protocollo d’intesa con l’Ente e si occuperà interamente dell’istallazione, dell’allacciamento alla rete elettrica e dell’esercizio e manutenzione (che durerà 8 anni) delle 6 colonnine di ricarica. I lavori, partiti da via Aldo Moro, andranno avanti spediti e termineranno in breve tempo.

Dopo aver effettuato sondaggi e sopralluoghi tecnici, le aree individuate sono state: il parcheggio dell’Ospedale di Avezzano, Piazza Corbi, la zona della Pineta, la piazza della stazione di Avezzano, l’area lungo via Aldo Moro, di fronte al nuovo Municipio e il parcheggio nei pressi dell’edificio Asl di via XX Settembre.

“La realizzazione della rete infrastrutturale di stazioni di ricarica elettrica – spiega l’assessore Maria Teresa Colizza, con delega all’Ambiente – segna l’avvio di un primo intervento, ma queste installazioni fanno parte di un più ampio Piano di Mobilità Sostenibile del Comune di Avezzano, che è in queste settimane in fase di elaborazione e che a breve porteremo in approvazione. Una meta raggiunta con l’impegno di tutti. Quello che ci apprestiamo ad attivare, con le postazioni di ricarica di energia verde, è un nuovo corso che fa il paio con il rispetto per l’ambiente e per il nostro futuro in città”.

Le 6 infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici possono essere individuate, prenotate ed abilitate attraverso l’App Enel X Way oltre che dalle piattaforme dei maggiori player del mercato della mobilità elettrica, in virtù degli accordi di interoperabilità che Enel X Way ha siglato a livello nazionale ed internazionale, per garantire un’ampia fruibilità dei servizi di ricarica da parte dei clienti. Due colonnine sono le cosiddette WayPole, che permettono la ricarica ‘Quick’ in corrente alternata di due veicoli contemporaneamente (ricarica in 4 ore), due WayPump, che permettono la ricarica Fast in corrente continua (ricarica in 45 minuti) e due V2G (vehicle-to-grid),. tutte alimentate con energia proveniente 100% da fonti rinnovabili “Il nostro Comune con varie azioni sul territorio e con vari partenariati, difatti, – continua la Colizza – sta attuando in maniera decisa un programma ad ampio raggio che tende a promuovere la mobilità sostenibile. Con il nuovo piano rigenerato delle ciclabili in fase di perfezionamento e la sensibilizzazione degli alunni delle scuole, si sta contribuendo a costruire la realtà del futuro, che è fatta di qualità dell’aria, di pratiche di contenimento dell’inquinamento atmosferico e di innovazione tecnologica nella mobilità”.

Il Comune ha concesso ad Enel X Way, a titolo gratuito, l’occupazione di suolo pubblico per la realizzazione di queste importanti infrastrutture il cui investimento è a cura di Enel X Way così come le spese di gestione e manutenzione.

“Avezzano è al passo con i tempi grazie ad una efficientissima tecnologia dell’eco-sostenibilità. La rete infrastrutturale che è in corso di realizzazione è tra le più veloci d’Abruzzo. – conclude l’assessore delegato alla Smart City Pierluigi Di Stefano, che ha seguito l’iter strategico sin dall’inizio – Ciò permetterà, ad esempio, a tutti i viaggiatori dell’A24 di poter far sosta ad Avezzano per la ricarica delle loro auto elettriche e, perché no, di poter godere dei nostri paesaggi, del nostro cibo e della nostra città in tutte le sue sfumature turistiche e di accoglienza”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

“Il Rinaldi di Pescina non è trasparente”

Appello dell'Amministrazione: "Perché non veniamo utilizzati in pandemia?"
Redazione IMN

Super Green Pass dal 6 dicembre, multe da 400 a 1000 euro

Cosa cambierà dal 6 dicembre per gli italiani? Ecco le regole introdotte dall'ultimo decreto legge ...
Redazione IMN

Nella Asl1 scoppia la polemica: «Test a tutti gli operatori»

La protesta parte da Federspecializzandi e FIMMG Formazione Abruzzo per la mancanza di test ...
Redazione IMN