INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Consorzi Bonifica, Fedele: la Regione non decide

Il consigliere M5S: "Assessore Imprudente un moderno Ponzio Pilato"

“La situazione legata ai Consorzi di bonifica non riguarda tanto la questione “elezioni sì, elezioni no”, ma piuttosto i problemi strutturali ed economici, maggiormente acutizzati dal caro energia, che gravano sulle spalle degli agricoltori. Alcuni Consorzi di bonifica in Abruzzo navigano da tempo in acque mosse per quanto riguarda i costi, e questa crisi energetica rischia di diventare una vera e propria mannaia sull’intero comparto agricolo. Per far fronte ai maggiori oneri che scaturiscono dal caro energia ci sono solo due strade: o se ne fa carico la Regione o dovranno farsene carico i Consorzi, attraverso l’aumento dei ruoli, ovvero, i canoni e le spese alle aziende agricole servite. Una cosa è certa, in questo scenario di incertezza, la maggioranza di centrodestra avrebbe dovuto indicare un indirizzo preciso e assumersi la responsabilità di governo attraverso scelte e aiuti concreti. Invece la Giunta a trazione Fratelli D’Italia, Lega e Forza Italia, decide di lavarsene le mani abbandonando a se stesso tutto il comparto agricolo”. Ad affermarlo è il consigliere regionale Giorgio Fedele, vicepresidente della Commissione Agricoltura e Attività produttive, che continua: “In Consiglio regionale non si è mai discusso seriamente sul tema e l’Assessore Imprudente, come un moderno Ponzio Pilato, non ha voluto assumersi neanche la responsabilità di un confronto. Io stesso ho sollecitato più volte l’Assessore a dare risposte, ma queste non sono mai arrivate né in commissione né in altro luogo. Ho la netta sensazione che la continua sottrazione al confronto nasconda la volontà del centrodestra di non metterci un centesimo per aiutare i Consorzi e lasciare che siano i commissari ad assumersi l’ingrato onere di gestire i costi, mettendo inevitabilmente le mani in tasca agli agricoltori. Motivo per cui probabilmente si è scelto di allungare ulteriormente il commissariamento di 12 mesi, senza però tracciare nessuna strada percorribile in questo tempo aggiuntivo. E’ chiaro che il Movimento 5 Stelle non permetterà, a chi ha il dovere di decidere, di nascondersi ancora dietro un dito. Già dal prossimo Consiglio utile, attraverso un’interpellanza, impegnerò l’ Assessore a dare risposte chiarificatrici per capire esattamente se questa Giunta ha intenzione di porre riparo alla situazione critica generata dal caro energia o se sceglierà di far pagare gli aumenti agli agricoltori, abbandonando ancora una volta interi territori a se stessi.” conclude Fedele.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Regione Abruzzo estingue fondazione Ciapi

Il Centro Interaziendale Addestramento Professionale Industria estinto con i soli voti della ...
Redazione IMN

Ambulatorio oncologico a Castel Di Sangro: battesimo per il servizio di prenotazione ed esecuzione degli screening

Gioia Chiostri

Cgil: “Rendere più onerosi contratti a termine”

La proposta arriva dal segretario della Cgil Abruzzo e Molise, Carmine Ranieri: "No a proposta ...
Redazione IMN