Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Da domani Sardegna arancione, verso i giorni rossi

Prorogata la zona rossa in Campania. Dal 15 marzo al 6 aprile, nelle Regioni gialle saranno valide le misure della zona arancione per effetto del Decreto Draghi. 3, 4 e 5 aprile prossimi rossi sul calendario nazionale. In rosso anche Lazio, Lombardia, Puglia e Veneto.

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia del 19 marzo, ha firmato nuove Ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 22 Marzo, ossia da domani.

Le Ordinanze dispongono il passaggio in area arancione per le Regioni Sardegna e Molise. Prorogata l’Ordinanza in scadenza relativa all’area rossa in Campania.

I provvedimenti fanno salve eventuali misure più restrittive già adottate sui territori.

Per effetto del Decreto Legge del 12 marzo, alle Regioni in zona gialla nel periodo 15 marzo-6 aprile 2021 si applicano le stesse misure della zona arancione e, nei giorni 3, 4 e 5 aprile, sull’intero territorio nazionale, ad eccezione delle Regioni o Province autonome i cui territori si collocano in zona bianca, si applicheranno le misure stabilite per la zona rossa.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome, rispetto alle misure di contenimento, a partire dal 22 marzo 2021 è la seguente:

area rossa: Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Puglia, Veneto

area arancione: tutte le altre, tra cui l’Abruzzo.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Le nuove regole della zona bianca

Dai ristoranti, ai matrimoni, alle palestre: tutte le nuove regole "in bianco". Per le Regioni ...
Redazione IMN

Servizi alla persona e artigiani, si riapre il 18 maggio

Firmata dal governatore Marco Marsilio l'ordinanza numero 56. Dovrà essere attuato un rigido ...
Redazione IMN

Casi Covid in Italia: scendono incidenza e indice Rt

Settimana apparentemente di respiro. Cala anche la pressione dei ricoveri.
Redazione IMN