INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS

Dalla patria dei cuochi la fondazione per gli chef di domani

Campus estivi e borse di studio per alberghiero Villa Santa Maria

Borse di studio per chi si iscrive all’alberghiero ‘Marchitelli’ di Villa Santa Maria, campus estivi di cucina per bambini e formazione: dalla patria dei cuochi ecco le iniziative della neonata Fondazione ‘Falconio’ per gli chef di domani dopo la trasformazione da Onlus.

Il primo atto ufficiale dell’ente dedicato a Peppino Falconio, chef e insegnante di Villa Santa Maria scomparso nel 2020, è la presentazione delle attività 2024 presso il locale Palazzo Mosca, sede operativa della fondazione e già casa natale di San Francesco Caracciolo, patrono dei cuochi d’Italia.
Per l’anno scolastico 2024-2025 la Fondazione Falconio, affiancata dall’Università degli Studi di Teramo, istituirà cinque borse di studio per altrettanti allievi dell’istituto comprensivo di Quadri che decideranno di iscriversi all’alberghiero di Villa Santa Maria.

Il sostegno economico per il primo anno sarà di 7.500 euro e verrà erogato tenendo come riferimento la frequenza, la media voto e la condotta; la ‘borsa’ potrà essere rinnovata fino al completamento del primo triennio di studi. Anche quest’anno l’Università di Teramo riserverà ai tre borsisti con la migliore media voto l’iscrizione gratuita al primo anno di uno dei Corsi del Dipartimento di Bioscienze dell’Ateneo teramano.
Nella programmazione a medio termine saranno allestiti dei Campus per i bambini delle scuole primarie e secondarie, con tema principale l’alimentazione in tutte le sue forme. Tramite attività pratiche (visite ad aziende e produttori) e teoriche (lezioni ludiche a tema) i Campus saranno gestiti da formatori qualificati e forniranno ai piccoli partecipanti i primi rudimenti di un corretto approccio verso il cibo.
Alla giornata di oggi, accreditata dall’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo nella piattaforma per la formazione continua dei giornalisti, la Fondazione Falconio farà seguire, a partire dal 2024, un ciclo di eventi info-formativi che riguarderà i prodotti tipici, il concetto di chilometro zero, la produzione biologica, il mercato del lavoro, il marketing e la comunicazione nel settore eno-gastronomico e la storia della cucina in rapporto con l’intelligenza artificiale, l’antropologia culturale, la musica e le tradizioni popolari.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Coronavirus, in corso riunione all’Aquila del Comitato Sicurezza

All’ordine del giorno i provvedimenti da adottare dopo il Decreto Ministeriale
Redazione IMN

VIDEO. Paterno regina della domenica d’Eccellenza: 5-2 alla Virtus Teramo

Alice Pagliaroli

San Giuseppe Caruscino, passaggio del testimone in presidenza

Ecco il commiato dell’avvocato Sorgi.
Redazione IMN