INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Del Boccio, Sciarretta, Retico, Lobene: Fratelli d’Italia detta la rosa di nomi

A Trasacco Biondi vuole un candidato sindaco FDI con una lista di centrodestra

TRASACCO – Antonio Del Boccio, Francesco Sciarretta, Vincenzo Retico senza escludere Cesidio Lobene. È la rosa di nomi dalla quale deve venir fuori il candidato sindaco di Trasacco ed è la rosa decisa nalla riunione all’Aquila dove il sindaco del capoluogo e commissario provinciale di Fratelli d’Italia Pierluigi Biondi ha tracciato la linea politica.

Niente civismo di facciata allora, a Trasacco Biondi vuole provare a mettere insieme il centrodestra in maniera omogenea forte della disponibilità della Lega con Luigi D’Eramo ed Emanuele Imprudente e dell’Udc con Gaetano Quagliariello mentre Forza Italia non sembra rappresentata nel paese fucense.

Alle elezioni regionali di febbraio, a Trasacco Fratelli d’Italia ha fatto man bassa prendendo la percentuale quasi bulgara del 53% quindi per Biondi è politicamente, tatticamente e strategicamente logico che questo partito che conta comunque diverse anime al proprio interno esprima il candidato sindaco di chiara appartenenza e una coalizione altrettanto chiara e di centrodestra.

Stando così le cose, il manifesto gigante 6×3 affisso soltanto qualche giorno fa all’ingresso di Trasacco dove il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Mario Quaglieri e primo cittadino uscente annunciava con tanto di foto in giacca e cravatta la sua candidatura a consigliere comunale per sostenere il candidato sindaco Cesidio Lobene sembra già vecchio di secoli. Niente fughe in avanti dunque, tutto si fa concordando scelte e alleanze all’interno di FDI.

La partita è apertissima in un’area politica che vuole tornare in municipio continuando da dove aveva lasciato prendendosi la poltrona più grande anche nel dopo Quaglieri e Fratelli d’Italia ha dettato le condizioni: o si fa così o si rompe l’idea di aggregazione a destra. Dopo, ognun per sé e chi rompe paga rischiando di raccogliere e doversi portare a casa i cocci nascosti nelle urne elettorali del 26 maggio.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Infezioni ospedaliere prima causa di morte, si corre ai riparti

Si calcola infatti che le morti per questo tipo di infezioni supereranno quelle per cancro nella ...
Redazione IMN

PD Avezzano: “Bozza nuova rete ospedaliera duro colpo alla Marsica”

Sanità, i dem: "Serve forte mobilitazione”
Redazione IMN

Il sottosegretario Manzella a sostegno di Mario Babbo

Il sottosegretario al Mise: “Piena disponibilità alla collaborazione per lo sviluppo”
Redazione IMN