INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica PRIMA PAGINA SLIDE TV

Eletti Liris e Testa, come cambiano giunta e consiglio

L’assessore e il consigliere in Parlamento, come cambiano giunta e consiglio regionale

testa-liris

Della pattuglia dei 7 consiglieri regionali, tutti di centrodestra, candidati alle politiche solo due sono riusciti nell’impresa di essere eletti e rappresentare il proprio territorio a Roma. Sono entrambi di Fratelli d’Italia, che in Abruzzo ha fatto il pieno di voti andando sopra la media nazionale trainata anche dalla candidatura e dall’elezione, con percentuali record nell’uninominale alla Camera, nel collegio L’Aquila-Teramo, del leader nazionale, Giorgia Meloni.

Si tratta dell’aquilano Guido Liris, assessore regionale con deleghe pesanti come Bilancio, Personale, Sport e Patrimoni, eletto al Senato, e del pescarese Guerino Testa, ex centrista e ora uomo forte dei meloniani sulla costa, alla Camera.

I due erano stati candidati in collegi blindati. Pur se non in maniera non evidente, cambia il Consiglio regionale e in Giunta ci sarà bisogno di un rimpasto, non foss’altro che per sostituire Liris. Anche se, in tal senso, oggi nella conferenza stampa di commento dei risultati di Fdi svoltasi all’Aquila, il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, ha chiuso ogni porta: “Sono allergico a parole come rimpasto, sarà sostituito un assessore, Guido Liris, ma l’assetto non cambia, non voglio perdere tempo con le alchimie e il politichese, da domani la Giunta torna al lavoro”. E domani è in programma una seduta del Consiglio regionale. Al posto di Testa entra Leonardo D’Addazio, che nel 2019 aveva collezionato 791 voti. Al posto di Liris diventerà consigliere regionale effettivo il meloniano Mario Quaglieri, eletto nella Marsica, finora subentrato allo stesso Liris diventato assessore. E per Quaglieri, presidente della Commissione Sanità, ci potrebbe essere il doppio salto, visto che potrebbe sostituire Liris nell’esecutivo. A quel punto, il capo di gabinetto della Giunta Marsilio, Massimo Verrecchia, dirigente di Fdi di Avezzano, farebbe il suo ingresso in Consiglio. Anche se, a tale proposito, si farebbe largo un’altra ipotesi per non far perdere all’Aquila un consigliere diventato poi assessore, appunto Liris, vicino a Marsilio: soprattutto per volere del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, ci potrebbe essere un rimpasto per liberare il posto da assessore esterno, attualmente occupato da Daniele D’Amario (Fi), per riservarlo a un aquilano di Fdi.

Gli altri candidati sono stati Lorenzo Sospiri, presidente del Consiglio regionale abruzzese, di Forza Italia, che ha sfiorato l’elezione; Vincenzo D’Incecco, capogruppo della Lega; Simone Angelosante, di Valore Abruzzo federato con Fi con cui si è presentato alla Camera; Sabrina Bocchino, consigliere regionale della Lega, e lo stesso Daniele D’Amario.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Grande partecipazione alle due giornate di BRIF BRAF

Il villaggio dei ragazzi 2019 dedicato ai bambini, organizzato da Il volo del coleottero
Redazione IMN

Fina (PD) nominato nel Comitato di supporto per la transizione ecologica

Michele Fina è stato designato come componente del Comitato di supporto al Comitato ...
Redazione IMN

Covid, 4 nuovi casi a Pescina

9 gli attualmente positivi, uno è ricoverato all'Ospedale di Avezzano
Redazione IMN