INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Erosione, ad Alba si ‘recupera’ spazio sulla spiaggia libera

A consentirlo è una delibera approvata dalla giunta comunale

I gestori degli stabilimenti balneari di Alba Adriatica potranno piazzare ombrelloni, lettini e sdraio anche sulla spiaggia libera, così da recuperare parte dell’arenile perso a causa dell’erosione.

A consentirlo, riporta Ansa Abruzzo, è una delibera approvata nei giorni scorsi dalla giunta comunale del sindaco Antonietta Casciotti, che ha effetto però solo per la stagione turistica 2024.

La misura di ristoro dell’ampliamento temporaneo delle concessioni balneari, già introdotta in passato, si rende necessaria anche per rispondere alla carenza di posti attrezzati in spiaggia e al ‘tutto esaurito’ per l’estate che si va già delineando in gran parte degli stabilimenti della località.
Il Comune di Alba Adriatica dovrà garantire che almeno il 20 per cento dell’arenile resti a fruizione libera, come fissato dalla normativa. L’allegato della delibera di giunta fissa quindi stringenti criteri per l’ampliamento temporaneo delle concessioni balneari. Consentiti al massimo 12 metri aggiuntivi di fronte mare alle concessioni che si trovano tra la foce del Vibrata e la pineta nord di Villa Fiore, che hanno subìto una perdita di spazio per gli ombreggi superiore al 40% e che “confinano” con spiagge libere. Previsti anche ampliamenti di nove, sei e tre metri per situazioni di erosione meno grave. Nel tratto di costa tra la pineta nord e la pineta sud, invece, l’ampliamento massimo consentito è di tre metri. Più a sud il ristoro non è previsto. Le autorizzazioni saranno rilasciate dal Comune di Alba Adriatica, ma saranno “senza diritto di insistenza né diritto al legittimo affidamento”.
Nel frattempo sono cominciati i lavori della Regione Abruzzo da 200mila euro per mettere in sicurezza i massi a protezione della battigia e realizzare varchi di accesso al mare per i bagnanti. L’opera prevede anche un ripascimento di dimensioni ridotte con l’aggiunta di nuova sabbia. Un altro ripascimento sarà effettuato dal Comune nelle prossime settimane. L’attesa degli operatori turistici danneggiati dall’erosione è però tutta per l’installazione al largo della nuova scogliera di protezione dalle mareggiate. I lavori della Regione per il primo tratto tra Villa Rosa di Martinsicuro e Alba Adriatica potrebbero partire già durante la stagione balneare 2024, una volta concluse la gara d’appalto e le altre pratiche preliminari.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Gli Alpini del 9° Reggimento giurano fedeltà alla patria

La cerimonia di giuramento dei Sergenti e dei Volontari in Servizio Permanente si è svolta a ...
Redazione IMN

Pnrr, un gruppo di lavoro per intercettare i fondi Ue

Chiantini: opportunità unica per mettere in cantiere progetti strategici
Redazione IMN

Coronavirus, Nova Salus: tamponi su dipendenti tutti negativi

Oggi si attendono i risultati delle analisi sui pazienti
Redazione IMN