INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

“La Dama di Capestrano” compie due anni

Due anni di intensa attività tra mostre ed eventi in un luogo dedicato a tutte le donne che ha visto artiste in mostra da tutto il mondo

Due anni di intensa attività tra mostre ed eventi in un luogo dedicato a tutte le donne che ha visto artiste in mostra da tutto il mondo, performes e curatrici come Barbara Pavan e Antonella Muzi ma che ha lasciato spazio anche alla presenza maschile. La Dama di Capestrano, fondata da Simonetta Caruso nel giugno del 2022 e coadiuvata nella gestione da Letizia Perticarini ha ospitato ad oggi undici mostre di arte contemporanea e una quarantina di eventi tra reading, incontri culturali e musicali.

Artemisia Gentileschi, Frida Kahlo e molte altre hanno riscritto la storia aprendo la strada ad una nuova ideologia: le donne nell’arte non sono soltanto muse e modelle, ma possono ricoprire anche il ruolo di artiste.

E la Dama di Capestrano celebra tutte le donne, qualunque sia il loro ruolo e scelta di vita. Diverse dunque, le artiste straniere che lo spazio ha avuto il piacere di ospitare, come la newyorkese Meridith McNeal, la polacca Beata Murawska, la russa Olga Teksheva tanto per citarne qualcuna ma anche artiste italiane di fama nazionale ed internazionale come Simona Bramati, Greta Bisandola, Donatella Giagnacovo, Patrizia Fratus, Susanna Cati e molte altre. Tra gli artisti uomini invece spiccano nomi importanti come Francesco Capello, uno dei più importanti pittori ed esponente dell’iperrealismo italiano ed internazionale, il giovane artista messicano Jacob Alonso e il fotografo Gianfranco Lunardo che vedremo nuovamente in esposizione insieme a Maria Francesca Bottari in una bi-personale di fotografia stenopeica a inizio novembre prossimo.

Una scelta fuori dal comune quella di aprire in un paese di poco più di novecento anime una galleria d’arte contemporanea ma che – al di là di ogni aspettativa – ha attirato persone da tutto il mondo a testimoniare che l’arte emerge come un linguaggio universale capace di attirare persone di ogni provenienza e superare, spesso, le barriere culturali ed ideologiche.

Lo Spazio è aperto il venerdì e il sabato dalle 17:30 alle 20 e la domenica dalle 11 alle 13.

Attualmente in mostra un progetto sinestetico da un’idea e a cura di Giada Gagliardi, opere di Daniel Tummolillo e sonorizzazione del musicista americano Wade Matthews.

Capestrano – Aq. Via Aquila 7 info +393476761404 – www.ladamadicapestrano.com

Altre notizie che potrebbero interessarti

All’Aquila istituito Nucleo di sicurezza urbana della Polizia Municipale

Un nucleo speciale per migliorare la percezione della sicurezza. Biondi e Mannetti: «Importante per ...
Redazione IMN

Bruxelles, delegazione FDI Abruzzo incontra De Blasis

Tra i temi trattati, Pnrr, sanità, spopolamento, attività produttive, elezioni regionali ed ...
mariantonellademichele

Il NOVPC di Tagliacozzo più determinato che mai: convenzione col Comune e strategia con la Regione Abruzzo

Redazione IMN