INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

L’Aquila: educazione dei minori all’uso dei media

La Rana: "Al via primo laboratorio abruzzese, importante collaborazione tra scuole e istituzioni

“Sarà il primo grande laboratorio abruzzese che porterà alla nascita di un osservatorio sui pericoli della rete per i giovani e un protocollo di intesa tra istituzioni, un grande esperimento di rilevanza sociale”.

Un progetto “ambizioso ed impegnativo”, secondo la definizione di Giuseppe La Rana, presidente del Corecom Abruzzo, il Comitato regionale per le Comunicazioni che ha lanciato il mini tour “Futuro Hub, Connessioni Digitali”: la prima tappa, dal titolo “Futuro hub, educazione dei minori all’uso dei media: i pericoli della rete”, è in programma all’Aquila il 31 marzo prossimo, alle ore 10, nella sala Ipogea del Consiglio regionale.

Saranno oltre 200 gli studenti delle scuole del territorio, accompagnati dai loro insegnanti, che parteciperanno in presenza, tanti altri avranno la possibilità di seguire l’evento anche attraverso la diretta streaming sulla pagina Facebook di Futuro Hub https://www.facebook.com/FuturoHub e su quella del Corecom Abruzzo https://www.facebook.com/corecom.abruzzo

“L’obiettivo principale di questa iniziativa, rivolta principalmente ai ragazzi delle scuole medie e superiori – spiega La Rana -, è quello di portare alla luce importanti tematiche, come il cyberbullismo, le fake news, il sexting e tutti i pericoli della rete“.

“Il primo appuntamento prevede un focus sulla necessità di un’adeguata educazione digitale, di un utilizzo sicuro e responsabile dei media, dei social e di tutte le nuove forme di comunicazione, spesso insidiose soprattutto per i più giovani. Li coinvolgeremo attraverso azioni di studio e analisi, parleremo di prevenzione e di consapevolezza”, anticipa il presidente del Corecom.

In programma in apertura i saluti istituzionali del presidente del Consiglio regionale, Lorenzo Sospiri, interverranno Giuseppe La Rana, presidente del Corecom Abruzzo, Maria Concetta Falivene, Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza, Gian Mauro Placido, del Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica Abruzzo della Polizia Postale e Giammaria De Paulis, docente dell’Università “D’Annunzio” di Chieti, divulgatore scientifico.

Il mini tour prevede altri due appuntamenti: il 21 aprile, all’Aurum di Pescara, dal titolo “Bullismo e Cyberbullismo: tra prevenzione, consapevolezza e contrasto”; e il 19 maggio a Vasto (Chieti) con un convegno sul tema delle fake news, del sexting, nonché dell’impatto dei nuovi social.

“In occasione di questa ultima tappa – aggiunge La Rana – verrà firmato il protocollo d’intesa tra il Corecom, ente capofila, la Garante regionale dell’Infanzia, la polizia postale, l’Ufficio scolastico regionale e, lo anticipo già da ora, anche le Università”.

“Abbiamo avviato questo percorso potendo contare sul contributo e coinvolgimento delle scuole e delle istituzioni ed è doveroso ringraziare i dirigenti scolastici, la polizia postale, la Presidenza del Consiglio regionale e tutti gli attori che ci accompagneranno in questo tour. Abbiamo messo in moto una grande macchina e il primo evento ne sarà già testimonianza”, conclude La Rana.

Altre notizie che potrebbero interessarti

L’Aquila: operai e imprese insieme per collettività

Fillea-CGIL, Filca-CISL, Feneal-UIL e Ance: "Ancora una volta il settore edile si mostra tra i più ...
Redazione IMN

Circolare Covid: “Pandemia imprevedibile”

Dalle mascherine al lavoro agile, se la situazione peggiora
Redazione IMN

Associazione Nazionale Polizia di Stato: un weekend per celebrare ‘50 anni di valori, impegno e passione’

Redazione IMN