Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

LGBT Marsica: “Politica si impegni contro discriminazioni”

La politica si impegni contro le discriminazioni per evitare lo spopolamento della nostra terra

ETS, come realtà associativa in espansione operante da diversi anni nel territorio marsicano, alla luce dell’ormai imminente appuntamento elettorale nazionale, desidera porre all’attenzione della politica una tematica importante, quella del contrasto alle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale e sull’identità ed espressione di genere.

In quest’ottica, risulta assai significativa la testimonianza affidata pochi giorni fa ad un post su facebook dall’artista marsicano Eugenio Percossi, nato e cresciuto ad Avezzano, residente da ormai 15 anni a Praga, dove continua a coltivare la sua passione ed è proprietario di un castello di epoca rinascimentale, abbandonato a seguito della fine del secondo conflitto mondiale e recentemente restaurato grazie alla sua opera, insieme al compagno di vita Alberto.

Le sensazioni e le difficoltà sperimentate da Eugenio durante la sua difficile adolescenza degli anni ’80, segnata dal rifiuto familiare, da prese in giro oltre che da episodi di bullismo ricorrenti, sono simili a quelle che hanno dovuto affrontare molte persone con un orientamento sessuale o espressione di genere non conforme alle aspettative sociali, che hanno vissuto nel nostro territorio il periodo dell’adolescenza e della prima giovinezza.

È proprio in questo periodo che si inizia a maturare, divenendo sempre più consapevoli dei propri orientamenti e della propria identità, scontrandosi al contempo contro il muro dell’ignoranza, del pregiudizio dell’incomprensione, in alcuni casi della violenza, le quali paradossalmente rischiano di essere tanto più forti quanto più si prendono in considerazione persone che in teoria dovrebbero essere le prime a sostenere ed a supportare il difficile processo di affermazione delle individualità, come familiari, compagni di classe, amici, colleghi.

Si parla molto spesso di mancanza di talenti e competenze, di emigrazione dei giovani, di spoliazione del territorio marsicano, senza tuttavia porre a nostro avviso adeguata attenzione sul fatto che molti giovani sono stati e sono tuttora spinti a fuggire dal territorio marsicano non soltanto per via della mancanza di opportunità formative e lavorative, ma anche a causa di un ambiente che, se in passato era ostile, oggi non è ancora del tutto accogliente e inclusivo nei confronti delle unicità di ogni persona.

Riteniamo che la crescita e la valorizzazione economica del nostro territorio non possano prescindere dall’eliminazione di ogni forma di pregiudizio ed emarginazione a livello sociale, culturale e lavorativo nei confronti delle persone LGBT: la politica ha il dovere di dare risposte chiare e specifiche su questo punto.

Ogni singolo appartenente della comunità marsicana ha la possibilità, dal canto suo, di dare il proprio contributo per migliorare la condizione di vita di tanti cittadini che sono nati e cresciuti nella Marsica, che amano questo territorio e che non dovrebbero essere costretti ad abbandonarlo per via di retaggi culturali antiquati che nel 2022 dovremmo essere in grado di lasciarci le spalle.

Ad Eugenio va un ringraziamento speciale per il coraggio dimostrato con la sua testimonianza, il nostro auspicio è che possa fungere da stimolo di riflessione per molti.

Comunicato Stampa Marsica LGBT OdV – ETS

Altre notizie che potrebbero interessarti

Covid: salgono ricoveri, la situazione in Abruzzo

Quasi 190 mila abruzzesi ancora non vaccinati
Redazione IMN

Le “Antiche Rue” spalancano le porte di Civitella Roveto

Il 18, 19 e 20 ottobre tavole imbandite e ricchi sapori lungo le Rue del borgo antico
Redazione IMN

Monticelli «Anche in Abruzzo ci sarà una legge sulle bande musicali»

Redazione IMN