INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Marsica: due arresti per droga nel giro di 24 ore

Secondo le indagini, condotte in maniera congiunta dalle caserme di Scurcola Marsicana e di Tagliacozzo, dai due è stato utilizzato lo stesso mezzo per gli spostamenti. Sequestrate in tutto 21 dosi di cocaina.

Nell’ultimo fine settimana, l’uno dopo l’altro e a distanza di 24 ore, finiscono agli arresti due compagni di malefatte. Ad unirli uno stesso scenario e soprattutto lo stesso mezzo utilizzato per gli spostamenti.

Elementi questi che non sono passati inosservati ai carabinieri delle stazioni di Scurcola e Tagliacozzo, che hanno agito in stretta sinergia.

L’auto, un’utilitaria presa a noleggio, sabato sera, presso Scurcola Marsicana, incappa in un primo controllo dei carabinieri in pattuglia. A bordo vengono identificati i due occupanti, un 51enne e un 25enne, entrambi avezzanesi.

Sottoposti a perquisizione personale, il più anziano viene trovato in possesso di quasi due grammi e mezzo di cocaina suddivisa in tre singole dosi, oltre la somma contante di poco più di 1200 euro. Il tutto viene sottoposto a sequestro. Gli accertamenti intrapresi conducono gli operanti a disporre l’arresto del 51enne per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. L’arrestato viene, poi, condotto ai domiciliari dietro indicazioni del p.m. della procura della Repubblica di Avezzano, avvisato delle operazioni in atto.

La domenica seguente, lo stesso veicolo risulta ancora in circolazione e viene intercettato pressoché sulla stessa zona del giorno precedente, poco spostato verso la periferia di una piccola frazione di Tagliacozzo. A bordo, questa volta, il solo 25enne che, riconosciuto dalla pattuglia, viene nuovamente sottoposto controllato. I militari, anche in questa seconda occasione, all’esito della perquisizione, rinvengono 18 singole dosi di cocaina per un peso complessivo di quasi 14 grammi. Inevitabile l’arresto in flagranza del giovane. Anche per lui, che dovrà rispondere di detenzione di cocaina ai fini di spaccio, sono stati disposti i domiciliari.

In relazione ai differenti arresti fatti in sequenza, per i quali la procura procede separatamente nei confronti degli indagati, è prevista la convalida davanti al giudice per le indagini preliminari del tribunale avezzanese.

Sono in corso accertamenti per stabilire connessioni tra i due episodi che presentano strette analogie.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Sicurezza: domani Lamorgese a Campobasso

Per protocollo intesa con Regione Molise
Redazione IMN

Prudenza in montagna per alto rischio valanghe

Comunicazione del servizio Meteomont dei Carabinieri Forestali
Redazione IMN

Bonaccini sul caso ‘ombrelline’: «scelta sbagliata dell’organizzazione, critiche troppo ‘pretestuose’»

Redazione IMN