INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Marsica No Biogas, conclusa assemblea pubblica

Grande partecipazione anche da parte delle istituzioni

COMUNICATO STAMPA

 

 

OGGETTO: ESITO DELL’ASSEMBLEA PUBBLICA AVVENUTA DI SABATO 2 MARZO 2024 ORE 17,30 C/O LA SALA POLIFUNZIONALE PARROCCHIALE “Angelo Maria PALMIERI” DI CAPPELLE DEI MARSI (AQ) 

  • CONSIDERAZIONI ED IMPEGNI ASSUNTI DALLE ISTITUZIONI LOCALI. 

Si fa seguito al comunicato stampa del 27.02.2024  

     Nella Sala Polifunzionale parrocchiale “Angelo Maria PALMIERI” sita in Cappelle dei Marsi (AQ) si è tenuta sabato 02 marzo 2024 – con grande partecipazione di popolo – la preannunciata ASSEMBLEA PUBBLICA INFORMATIVA indetta dal COMITATO CIVICO “MARSICA NO BIOGAS” e dal COMITATO CIVICO “NO.I MARSICA” (NO Insalubrità nella MARSICA) che si oppongono alla concentrazione sul territorio cappellese/scurcolano – nonché dell’intera Marsica – DI ULTERIORI IMPIANTI AD ALTO RISCHIO INSALUBRITÀ. 

In apertura il Presidente del Comitato MARSICA NO BIO-GAS – Narsete D’ANGELO – e il Presidente del Comitato NO.I MARSICA (No Insalubrità nella MARSICA) – Alessandro  ALBERTI – ed il Portavoce nonché membro dei due Comitati – Prof. Pierluigi PALMIERI – hanno manifestato piena  soddisfazione per la risposta al loro invito dei cittadini – sia del capoluogo Scurcola Marsicana che della frazione di Cappelle dei Marsi – che hanno riempito la capiente sala, messa gentilmente a disposizione dal Parroco Don Francois.  

La necessità dell’indizione di un’assemblea pubblica è nata per proteggere il piccolo lembo del territorio della Marsica dalla paventata concentrazione di ulteriori impianti ad alto rischio inquinamento, quali: 

  1. IMPIANTO AEROBICO-ANAEROBICO PER LA PRODUZIONE DI BIO-GAS (da Rifiuti Solidi Urbani – RSU – e da Fanghi industriali ecc.) proposto dalla NORDENERGY GREEN SOLUTION S.R.L. in località “LA VALLE” di Cappelle dei Marsi nel Comune di Scurcola Marsicana;  
  1. FORNO CREMATORIO proposto dalla Multinazionale – Gruppo ALTAIR-FUNECAP – proprio a poche centinaia di metri dall’abitato di Cappelle dei Marsi nel Comune di Scurcola Marsicana.

All’importante dibattito, coordinato e moderato dal Giornalista – Prof. Pierluigi PALMERI – Portavoce dei due Comitati – hanno partecipato – tra gli altri – i Sindaci di Magliano dei Marsi – Pasqualino DI CRISTOFANO e di Scurcola Marsicana – Nicola DE SIMONE – entrambi delegati a rappresentare anche il Sindaco di Massa d’Albe – Nicola BLASETTI – assente per impegni istituzionali.  

Nello specifico il sindaco di Magliano dei Marsi – Pasqualino DI CRISTOFANO – ha assunto l’impegno formale a rispettare quanto già chiaramente richiesto al Presidente della Regione Abruzzo – On. Marco MARSILIO – il 20 giugno del 2023 – unitamente agli stessi Sindaci di Massa d’Albe – Nicola BLASETTI – e di Scurcola Marsicana – Nicola DE SIMONE – all’indomani della richiesta pervenuta al Comune di Massa D’Albe dalla DITTA CONTESTABILE AMBIENTE S.R.L. (ex CESCA) di poter utilizzare anche i “FANGHI” nel processo produttivo (ALL. 1). 

Al contrario, secondo i tre Sindaci l’incremento dell’attività produttiva tramite tali “FANGHI” avrebbe invece aggravato la preesistente insalubrità dell’impianto sito in Massa d’Albe (posto ai confini col Comune di Magliano e di Scurcola) che – di conseguenza – avrebbe aggravato ancor di più la qualità di vita – già largamente compromessa – dei cittadini dei tre comuni interessati da tale impianto.  

Infatti, tale richiesta del 20.06.2023 recita testualmente:   

– “5.  È impensabile che tipologie di rifiuto particolarmente impattanti come i fanghi possano essere ora introdotti al solo fine di incrementare i profitti aziendali trascurando il bene comune;” 

  1. L’impianto suddetto (EX CESCA n.d.r.) dista poche centinaia di metri dai centri abitati di Massa D’Albe, Magliano dei Marsi, Cappelle dei Marsi e dall’importante sito archeologico di Alba Fucens(Cfr. ALL. 1).

I tre Sindaci – in ultimo – a difesa della salute della popolazione residente ed “inerme” chiesero al Presidente della Regione Abruzzo quanto di seguito riportato, annunciando eventuali resistenze:  

  • “Per quanto sopra esposto, i sottoscritti Sindaci fanno appello alla sua sensibilità affinché nessun’altra attività, oltre a quelle già presenti e autorizzate, venga aggiunta al processo operativo già in essere. Ogni altra iniziativa che veda minacciata l’integrità territoriale e di conseguenza la salute pubblica ci vedrà costretti ad intraprendere tutte le azioni necessarie a garantire la tutela di nostri concittadini(Cfr. ALL. 1)

Ciò è esattamente quel che è stato ribadito – unanimamente – durante l’Assemblea popolare di sabato 02.03.2024 dai Sindaci, dai cittadini e dai Comitati “MARSICA NO BIOGAS” e “NO.I MARSICA” presenti. 

Il dibattito ha avuto momenti di vivacità quando dal tavolo e dalla platea sono partite richieste di precisazioni e garanzie per il Sindaco di Scurcola Marsicana/Cappelle dei Marsi – DE SIMONE Nicola. Questi ha sostenuto – davanti ai numerosi presenti – che sul problema del “FORNO CREMATORIO” è stata posta (manco a dirlo n.d.r.) una cosiddetta Pietra tombale, ciò a testimonianza futura del fatto che la massima Autorità comunale ritiene tale problematica definitivamente CHIUSA. Tale inciso riveste grande importanza, anche se entrambi i Comitati continueranno comunque a vigilare in tal senso. 

Diversa è invece la situazione per l’IMPIANTO DI BIOGAS presentato dalla NORDENERGY GREEN SOLUTION S.R.L. – dato il famigerato precedente di Massa d’Albe dove – come sottolineato con rammarico dal Sindaco – Pasqualino DI CRISTOFANO: “la stalla fu chiusa dopo che i buoi erano scappati”.  

Pertanto, la pressione sulla “Valutazione di Impatto Ambientale” attribuita agli Enti Regionali sarà stringente e, questa volta, non ci sono e non ci dovranno essere dubbi al riguardo perché a Cappelle dei Marsi l’impatto sull’ambiente sarebbe devastante. La qualità della vita già ormai compromessa – dalla superficialità e dall’imprevidenza dei gestori passati della cosa pubblica – scenderebbe a livelli indecorosi.  

Tanto premesso, l’Assemblea pubblica ha quindi approvato la richiesta formalizzata al microfono dal Portavoce/Coordinatore – Prof. Pierluigi PALMIERI – ai Sindaci dei comuni interessati ed a quello di Scurcola Marsicana in particolare, di adottare una specifica delibera di Giunta comunale – contenente le linee Guida per il coinvolgimento e la partecipazione diretta dei cittadini nell’attuazione di strategie comuni riguardanti i BENI COMUNI, necessarie: 

  • per la tutela del clima, per il miglioramento della qualità dell’aria dell’acqua e dei terreni, nonché per concordare uno sviluppo urbano ed industriale sostenibile (senza il consumo di ulteriori zone agricole produttive); per la gestione di un traffico ed una mobilità meno pericolosa ed impattante; per una lotta senza quartiere all’abbandono indiscriminato dei rifiuti e alla necessaria messa in sicurezza dell’amianto (ETERNIT) presente sul territorio.  

Del resto, come ha ricordato in chiusura il Presidente del Comitato NO.I MARSICA (NO Insalubrità MARSICA) – Alessandro ALBERTI – se il Comune dell’AQUILA ha già provveduto in proposito (ovvero all’adozione di linee Guida per il coinvolgimento e la partecipazione diretta dei cittadini nell’attuazione di strategie per il BENE COMUNE) a maggior ragione la cosa dovrebbe risultare molto più agevole per la nostra piccola realtà.  

Si ringraziano tutti coloro che hanno partecipato all’Assemblea pubblica. 

Scurcola Marsicana – Cappelle dei Marsi (AQ) il 05.03.2024  

 

Altre notizie che potrebbero interessarti

Natale: “Donne in jazz”, rassegna all’Aquila

Protagoniste all'Aquila Davis, Reeves e Trummer
Redazione IMN

Montagna: in salvo due escursionisti

Tratti in salvo due escursionisti dispersi sui sentieri vicino le Gole di San Venanzio e un ...
Redazione IMN

Aielli torna al voto, Di Natale difende la fascia tricolore

“Il futuro in comune” è la squadra a supporto del sindaco uscente
Redazione IMN