INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Per Babbo Avezzano deve essere “amica delle famiglie”

Continua la comunicazione social del candidato sindaco, per le prossime amministrative di settembre. "La mission è quella di aiutare chi è in difficoltà, per renderlo di nuovo autonomo e in grado di investire su se stesso. La parola d'ordine è: benessere collettivo".

Babbo

“Vogliamo che Avezzano sia una città “amica delle famiglie”, perché in fondo le famiglie non sono altro che piccole comunità alle prese con esigenze quotidiane di tipo economico, educativo, relazionale. Siamo anche consapevoli che una comunità responsabile è una comunità che non si ferma alla sola rivendicazione dei diritti, ma che accetta come un valore anche l’esercizio dei doveri, a partire dal rispetto delle regole”. Così scrive sulla sua pagina social, il candidato sindaco Mario Babbo. Continua, quindi, dopo la pausa del Ferragosto, la sua attività sui canali web, per informare la cittadinanza circa i vari punti inseriti nel programma elettorale. Oggi tocca alla famiglia.

“L’impegno dell’amministrazione per i cittadini deve integrarsi con quello dell’educazione alla cittadinanza, dove ciascuno costituisca una risorsa imprescindibile del benessere collettivo, dove ciascuno si prenda cura della città che vive. Ogni sussidio o forma di assistenza dovrà prevedere, qualora possibile, opportunità di apprendimento e investimento nella creazione di competenze professionali. La missione che abbiamo sarà quella di creare le condizioni perché chi è in difficoltà possa investire su se stesso per tornare ad essere autonomo“, afferma.

“Noi ci spenderemo per spargere i semi del diritto all’eguaglianza: promuoveremo azioni concrete sul “Dopo e durante di noi”; sosterremo i nuclei monoparentali o quelli separati che sono in difficoltà prevedendo forme di agevolazioni sociali; sapremo cosa significa il diritto di essere donna e di avere a disposizione servizi di conciliazione per scegliere liberamente la maternità senza dover rinunciare al mondo del lavoro; faciliteremo percorsi lavorativi per persone fragili o svantaggiate o diversamente abili, ampliando l’offerta propria dell’amministrazione e supportando o incentivando le iniziative di enti, associazioni, cooperative sociali; svilupperemo in collaborazione con le associazioni la diffusione dei defibrillatori pubblici per una città cardio protetta; valorizzeremo la “Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne”, combatteremo gli stereotipi e le discriminazioni di genere, rafforzeremo la collaborazione con le associazioni impegnate a favore delle donne e dei minori vittime di violenza anche attraverso campagne di educazione dei giovani nelle scuole e di sensibilizzazione della cittadinanza; avvieremo la tutela legale gratuita a supporto delle vittime di bullismo e discriminazione. E tante altre misure a sostegno e supporto della collettività”, questa la conclusione.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Quando il “mondo a parte” non si salva

Il sindaco di Barrea: "I piccoli Comuni d'Italia, soprattutto quelli delle aree interne, assorbono ...
Gioia Chiostri

VIDEO. Commercialisti, al via la presidenza Dell’Olio: a lavoro il nuovo Ordine marsicano

Kristin Santucci

Marsilio e Quaresimale, a L’Aquila, incontrano ministro Valditara

Alta l’attenzione del governo nazionale verso l’Abruzzo. Cambio di passo nella ricostruzione
Redazione IMN