Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Per l’inizio della scuola misure “standard” di prevenzione

Attivato "doppio" livello di protezione. Come si tornerà tra i banchi di scuola? Quali saranno le restrizioni di questo anno scolastico?

Sono state pubblicate le “Indicazioni strategiche ad interim per preparedness e readiness ai fini di mitigazione delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico (anno scolastico 2022 -2023)”.

Il documento, che riguarda le scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione, è stato messo a punto dall’Istituto Superiore di Sanità, con i ministeri della Salute e dell’Istruzione e la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, e propone, da un lato, misure standard di prevenzione per l’inizio dell’anno scolastico che tengono conto del quadro attuale, dall’altro, ulteriori interventi da modulare progressivamente in base alla valutazione del rischio e al possibile cambiamento del quadro epidemiologico.

Un doppio ‘livello’ che consente al sistema un’adeguata preparazione e un’attivazione rapida delle misure al bisogno. Entro pochi giorni verrà pubblicato un documento apposito con le indicazioni per le scuole dell’infanzia.

Misure di prevenzione di base attive al momento della ripresa scolastica

Il documento individua come possibili misure di prevenzione di base per la ripresa scolastica:

Permanenza a scuola consentita solo senza sintomi/febbre e senza test diagnostico per la ricerca di SARS-CoV-2 positivo

Igiene delle mani ed etichetta respiratoria

Utilizzo di dispositivi di protezione respiratoria (FFP2) per personale scolastico e alunni che sono a rischio di sviluppare forme severe di COVID-19

Sanificazione ordinaria (periodica) e straordinaria in presenza di uno o più casi confermati

Strumenti per gestione casi sospetti/confermati e contatti

Ricambi d’aria frequenti

Possibili misure ulteriori, da implementare singolarmente o in combinazione

Il documento individua come possibili ulteriori misure di prevenzione sulla base di eventuali esigenze di sanità pubblica e di cambiamenti del quadro epidemiologico:

• Distanziamento di almeno 1 m (ove le condizioni logistiche e strutturali lo consentano)

• Precauzioni nei momenti a rischio di aggregazione

• Aumento frequenza sanificazione periodica

• Gestione di attività extracurriculari, laboratori, garantendo l’attuazione di misure di prevenzione

• Mascherine chirurgiche, o FFP2, in posizione statica e/o dinamica (da modulare nei diversi contesti e fasi della presenza scolastica)

• Concessione palestre/locali a terzi con obbligo di sanificazione

• Somministrazione dei pasti nelle mense con turnazione

• Consumo delle merende al banco

Altre notizie che potrebbero interessarti

Prorogati termini abbonamenti stagione di prosa del Caniglia

Grande successo per Fronte del porto alla serata inaugurale
Redazione IMN

Tekneko destina il budget dei regali di Natale alla Caritas

Iniziativa rivolta anche a enti e associazioni benefiche di Lazio e Puglia
Redazione IMN

VIDEO. Bilancio delle attività del commissariato di Avezzano a un mese dal cambio al vertice

Claudia Ursitti