INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Rimpasto Giunta Avezzano, ecco le nuove deleghe

Il sindaco ha tenuto per sé Cultura, Affari Legali, Riserva del Salviano, Università, Formazione, Politiche Giovanili, Trasporti, Agricoltura, Protezione Civile, Sviluppo dell'Identità dei Luoghi

Già nel pieno dell’operatività la nuova Giunta comunale di Avezzano che con il sindaco, Giovanni Di Pangrazio, si prepara ad affrontare la seconda metà del mandato amministrativo.

Dopo la nomina dei nuovi assessori, Filomeno Babbo, Cinzia Basilico e Maria Antonietta Dominici, il primo cittadino ha ridisegnato e assegnato le deleghe ai membri del governo comunale.

Il sindaco ha tenuto per sé Cultura, Affari Legali, Riserva del Salviano, Università, Formazione, Politiche Giovanili, Trasporti, Agricoltura, Protezione Civile, Sviluppo dell’Identità dei Luoghi;

Confermato vicesindaco DOMENICO DI BERARDINO che si occuperà anche di Politiche Sociali e disabilità, Volontariato, Famiglia, Coordinamento Giunta e Rapporti con il Consiglio comunale, Rapporti con Unione Europea, Masterplan, Gestione PNRR, Politiche di Finanziamento; Istruzione e rapporti con istituzioni scolastiche;

Al neoassessore FILOMENO BABBO sono state assegnate Pianificazione del Territorio e Urbanistica, Edilizia privata, Politiche Sanitarie, Mobilità e Parcometri, Immigrazione, Efficientamento energetico.

A CINZIA BASILICO, altro volto nuovo dell’esecutivo cittadino, i settori che riguardano Sicurezza Urbana, Polizia Locale, Personale, Cimiteri, Benessere degli Animali, Pubbliche affissioni e impianti pubblicitari.

Al riconfermato EMILIO CIPOLLONE restano le Opere Pubbliche, Manutenzione Edifici Pubblici e Scolastici, Infrastrutture viarie, nonché Siti Archeologici e Culturali e Turismo.

PIERLUIGI DI STEFANO, anche lui assessore riconfermato, sarà titolare di Sportello Unico Attività produttive (Suap), Fiere e Mercati, Trasparenza e semplificazione amministrativa, Innovazione Tecnologica, Digitalizzazione, Smart City, Sport e Infrastrutture Sportive, Tempo Libero e spettacoli, Gemellaggi e Cooperazione Europea.

Alla nuova entrata MARIA ANTONIETTA DOMINICI il Sindaco ha assegnato Transizione Ecologica (Ambiente, Discariche, Depuratori, Verde Pubblico, Decoro urbano), Parchi Gioco, Affari Generali, Pari Opportunità, Servizi demografici e Toponomastica.

LORETA RUSCIO, anche lei già assessore nella precedente giunta, si occuperà ancora di Bilancio, Finanze, Patrimonio e Demanio, Politiche del Lavoro, Zes, Politiche Industriali, Società Partecipate, Provveditorato, Area vasta, Trasporto pubblico locale, Statistica.

Molti i temi qualificanti sui quali la nuova squadra di governo comunale intende misurarsi per dare un nuovo volto alla città e assicurarle crescita e sviluppo, insieme a tutto il territorio marsicano.

Dai temi dell’ambiente e del suolo, al fine di realizzare un piano per un utilizzo intelligente del suolo e degli spazi, con l’obiettivo di fare di Avezzano una città moderna e a misura d’uomo.

Ambiziosi alcuni degli impegni che il nuovo governo cittadino si assume, come eliminare la realizzazione di edifici e strutture che deturpano l’estetica e la continuità architettonica della città, costruire una mobilità sostenibile, come ad esempio le cosiddette “Strade30”, ovvero strade dove ciclisti e automobilisti possano circolare insieme in sicurezza, ottimizzare e migliorare la rete ciclabile esistente, effettuare la verifica per il recupero delle competenze urbanistiche laddove i cittadini abbiano pagato le opere di urbanizzazione che, poi, non sono state realizzate dai costruttori.

Si procederà, poi, alla valorizzazione della “Avezzano Storica”, progetto avviato con i lavori, ormai quasi terminati, alla Collegiata di San Bartolomeo e che saranno portati avanti secondo il progetto approvato dal Comune.
Sulla cultura, poi, l’impegno sarà quello di promuovere iniziative permanenti e qualificanti, come, ad esempio, quello di istituire il “Premio Città di Avezzano”, ampliandolo ad altre espressioni artistiche, oltre a pittura e scultura, e arricchendolo con sezioni appositamente costituite, per valorizzare i talenti del territorio.

A tal fine, l’Amministrazione sta lavorando ad un avviso di manifestazione di interesse, rivolto alle migliori espressioni della cultura e dell’intellettualità avezzanese, finalizzato a costituire un gruppo che, grazie alle proprie competenze nel capo delle arti figurative, sia in grado di portare il premio a livelli di eccellenza nazionale.

Scuola, sanità e giustizia, inoltre, saranno settori nei quali l’Amministrazione punta non solo e non tanto per tutelare ciò che Avezzano già possiede (vedi realizzazione del nuovo ospedale, tutela e efficientamento del Palazzo di Giustizia e le tante scuole sicure e moderne già realizzate), ma, coinvolgendo anche il territorio, soprattutto per potenziare le strutture ed i servizi necessari ad un buon livello di vita di tutti i cittadini.

La tutela del dimensionamento scolastico è un altro obiettivo dell’Amministrazione al fine di garantire il necessario e adeguato numero di istituti per l’istruzione a disposizione delle famiglie.

Con la nascita delle cosiddette “Aree Vaste”, ancora, si rimarca l’importanza della città di Avezzano nell’attività centrale che ha nella Marsica.

Infatti, nell’ordinamento giuridico italiano per Area Vasta si intende il livello amministrativo delle province e delle Città metropolitane, ossia il livello di pianificazione e di gestione del territorio, delle risorse e dei rapporti tra enti locali, livello intermedio tra i Comuni e la Regione.

Per quanto riguarda invece la Zona Economica Speciale (Zes), nella quale Avezzano rientra insieme ad altri 37 comuni abruzzesi, ci si auspica di poter vedere al più presto la riperimetrazione in modo tale da inserire le numerose aziende che hanno mostrato la volontà di voler fare importanti investimenti sul territorio.

Essere rientrati nella Zes, ha infatti, come prevalente ricaduta positiva sul territorio, quella di poter attrarre investimenti produttivi e a procedere alla realizzazione di infrastrutture e servizi che consentiranno ad Avezzano e alla Marsica di contare su un concreto e rilevante impulso alla crescita.

L’Amministrazione è fiduciosa che questo accada al più presto, in quanto porterà con sé anche un importante incremento dell’occupazione complessiva.

A tal proposito, ricopre un’importanza rilevante l’incontro che si terrà in città il 24 luglio prossimo sulla realizzazione della Ferrovia Veloce Roma-Pescara. Il Presidente della Regione Marsilio, con i vertici di Rfi e il Commissario Macello, infatti, verranno ad illustrare il maxi-investimento che in particolare sarà fatto sul tratto che interessa il nostro territorio.
Pronte anche le deleghe specifiche ai consiglieri di maggioranza. Confermata quella alla Protezione Civile, attribuita al consigliere Maurizio Seritti, maresciallo di Carabinieri e Medaglia d’Oro.

Confermate, infine, anche le deleghe alle frazioni di Paterno e San Pelino ai consiglieri Ernesto Fracassi e Lucio Mercogliano, quali ufficiali di governo in quelle aree specifiche del territorio comunale.

Nei prossimi giorni, poi, il Sindaco procederà all’attribuzione di altre importanti deleghe ai consiglieri comunali di maggioranza su tematiche considerate di particolare rilevanza.

La nuova giunta sarà presentata nella seduta del prossimo Consiglio comunale, il 18 luglio alle ore 17 nella Sala Consiliare, nella quale si procederà anche alla surroga dei consiglieri nel frattempo divenuti assessori, Maria Antonietta Dominici e Filomeno Babbo.
Al loro posto faranno ingresso nell’assise civica l’avvocato Stefania Antidormi e il dirigente nell’ambito sanitario, dottor Domenico De Angelis.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Mondadori BookStore Avezzano presenta il “Book Club”

Il terzo venerdì del mese appuntamento con la lettura per tutti gli appassionati
Redazione IMN

I murales di Aielli incantano Roberto Testa

Di Natale: "Ormai siamo famosi per i nostri capolavori che tutti vogliono vedere"
Redazione IMN

Meno aziende e sempre più grandi, una fotografia dell’agricoltura in Abruzzo

In 10 anni il numero delle aziende agricole in regione si è ridotto di un terzo. Oggi sono per lo ...
Redazione IMN