Spazio Pubblicitario

INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Scuolabus gratis se un genitore è italiano: è polemica

Montorio al Vomano, opposizione contro sindaco Altitonante: "Montorio non è questo paese, noi siamo accoglienti"

Servizio scuolabus gratis alle famiglie residenti, purché in regola con il pagamento dei tributi e purché almeno un genitore sia di cittadinanza italiana. È quello previsto dal Comune di Montorio al Vomano, provincia di Teramo, guidato dal sindaco di Forza Italia Fabio Altitonante, e che ha suscitato l’indignazione dei consiglieri Eleonora Magno e Andrea Guizzetti di ‘Montorio Guarda Avanti’.

“Montorio non è questo paese – scrivono in una nota – Qui la convivenza con le comunità immigrate è sempre stata pacifica. Montorio è un paese accogliente. Questa inaccettabile discriminazione colpisce persone che vivono tra noi e con noi da decenni. Lavorano qui e qui pagano le tasse. I loro figli giocano con i nostri figli e siedono vicini di banco nella stessa scuola. La scuola in cui si educa all’inclusione e alla solidarietà”.

Sul sito del Comune l’avviso pubblico prevede come requisiti di ammissione al bonus per il ‘Trasporto scuolabus gratuito’ i residenti: i cui figli, siano iscritti presso le scuole del paese e usufruiscano del servizio di trasporto scolastico; almeno uno dei due genitori abbia la cittadinanza italiana o di uno dei paesi dell’Unione Europea; in regola con i tributi comunali.

“Anche ammesso che siano in regola con il pagamento dei tributi, nessun beneficio sarà concesso alle famiglie non italiane, che si trovino o meno in situazione di bisogno. Come consiglieri di opposizione scriveremo una lettera formale al sindaco per chiedere di ritirare il provvedimento. Chiederemo di modificare un regolamento iniquo e discriminatorio – prosegue la nota di Magno e Guizzetti – I cittadini di questo paese possono dividersi su tante cose, accalorarsi e schierarsi per visioni politiche diverse, ma restino uniti sul terreno della civiltà e non permettano che passi senza reazione un provvedimento così ingiusto. Umilia l’intera comunità”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

La donna nella storia e nella società al centro della 723esima Perdonanza Celestiniana

Redazione IMN

Regione, Pd su DEFR: «Nessun obiettivo»

Il capogruppo dem: «Senza Masterplan sarebbe solo aria fritta»
Redazione IMN

Sbardella, Cambiamo! della Marsica: “Perdita inestimabile”

"Se ne va un giornalista serio e professionale".
Redazione IMN