INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS SLIDE TV

Scuole, una borsa di studio per evitare accorpamento

"Rivedere il processo di accorpamento". La storica scuola che ha visto crescere al suo interno grandi cuochi e professionalità della ristorazione, l'istituto 'Marchitelli' di Villa Santa Maria, rischia di perdere la propria specificità per la proposta di dimensionamento della Regione Abruzzo che prevede l'annessione all'istituto comprensivo di Quadri.

L’istituzione di una borsa di studio rivolta agli studenti nuovi iscritti per evitare l’accorpamento dell’alberghiero patria dei cuochi, l’istituto ‘Marchitelli’ di Villa Santa Maria: a lanciare la proposta è la Onlus ‘Peppino Falconio’ che ha rinnovato l’appello alla Regione Abruzzo, e a tutte le istituzioni coinvolte, “affinché si riveda il processo di accorpamento”. La notizia è stata riportata sull’Ansa Abruzzo.

La storica scuola che ha dato grandi cuochi e professionalità della ristorazione a tutto il mondo rischia di perdere la propria specificità per la proposta di dimensionamento della Regione Abruzzo che prevede l’annessione all’istituto comprensivo di Quadri a causa del numero di iscritti all’alberghiero che non supera le 300 unità.

La scuola oltre ad essere un istituto professionale di prestigio, con numerosi eventi, è di fatto un ‘albergo con ristorante’, per la gestione dei due convitti e della mensa dei convitti, con oltre 150 ospiti al giorno.

“Quest’anno – spiegano dalla Onlus ‘Falconio’ – eravamo intenzionati a spostarci nel Nord Italia per le nostre borse di studio, ma non potevamo rimanere fermi davanti alle difficoltà dell’istituto alberghiero del nostro paese”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

La Plus Ultra ne ‘combina’ un’altra delle sue: 4 a 0 a Collarmele con l’exploit degli Juniores

Gioia Chiostri

Vandali devastano il “Dino Park”

Assessore Di Stefano: "L'inciviltà e la maleducazione sono senz'altro i peggiori virus della nostra ...
Redazione IMN

Dispersi: si prova con il telerilevamento aereo “Benecon”

Aggiornamento sullo stato delle ricerche dei quattro escursionisti sul Monte Velino
Redazione IMN