INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

“SquiLibri”, domani primo giorno di Festival

Ci sarà anche la tappa dei sei titoli finalisti dello Strega

Lo Strega Tour fa tappa anche a SquiLibri (21 – 23 giugno) con i sei titoli finalisti che si contendono la vittoria del Premio Strega 2024 edizione LXXVIII. L’anno scorso ad aggiudicarsi il Premio Strega 2023 era stata l’amatissima Ada d’Adamo per il suo Come d’aria (Elliot).

La terza edizione del Festival di Francavilla al Mare (CH) attende la presentazione dei finalisti del Premio Strega 2024 per domani 21 giugno, prima serata del Festival: saranno Giulia Ciarapica e Peppe Millanta per la sezione “Incontri d’autore” alle ore 21:30 a Piazza Sirena a presentare al pubblico la sestina guidata, con grande orgoglio per gli abruzzesi, da Donatella Di Pietrantonio, con 248 voti, per il suo L’età fragile (Einaudi), vincitrice dell’undicesima edizione del Premio Strega Giovani.

A seguire c’è Dario Voltolini con Invernale (La nave di Teseo), con 243 voti; poi Chiara Valerio con Chi dice e chi tace (Sellerio), 213 voti; in seguito c’è Paolo Di Paolo con Romanzo senza umani (Feltrinelli), 195 voti, e poi Raffaella Romagnolo con Aggiustare l’universo (Mondadori), 193 voti; con 126 voti c’è Tommaso Giartosio, con Autobiogrammatica (minimum fax).

La cerimonia di premiazione del vincitore per il 2024 si svolgerà giovedì 4 luglio al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e sarà trasmessa in diretta televisiva da Rai3.

Una prima serata d’autore dunque è attesa per il Festival che rinnova per il terzo anno la sua presenza sul territorio, ed è possibile grazie al Comune di Francavilla con il sindaco Luisa Russo e l’Assessore alla Cultura Cristina Rapino in collaborazione con la Scuola Macondo di Pescara con Elisa Quinto Sara Caramanico e il Direttore artistico del Festival, lo scrittore e sceneggiatore Peppe Millanta.

Oltre all’appuntamento con i finalisti dello Strega, questo è il programma del pomeriggio della prima giornata:

– ore 17:30 “Evento Speciale” presso il Foyer dell’Auditorium Sirena: Andrea Magno e “La forma del desiderio” con Cristina Mosca e letture di Arianna Caporuscio; -ore 18:00 “Incipit” – Lato nord Sirena: Vito Di Battista e “Il buon uso della distanza” con Paola Caporale e letture di Stefano Di Caprio, a cura di Associazione Amélie;

– ore 18:30 “Storie Ritrovate” presso il Foyer dell’Auditorium Sirena di Anna Cherubini (sorella del cantante Lorenzo Cherubini, Jovanotti) e “Diventeremo amiche” con Luca Prosperi;

– ore 19:00 “Aperitivo Letterario” – Lato nord Sirena: Federico Bonadonna “Sulle corde del tempo – Una storia degli Inti-Illimani” con Paolo Primavera e musiche di Denis Di Donato;

– ore 19:00 Fiera del libro: Walter Lazzarin, “Scrittore per strada”;

– ore 19:30 “Voci” presso il Foyer dell’Auditorium Sirena: Giulia Ciarapica “Come se non fossimo stati” con Maura Chiulli;

– ore 20:00 “Libri al Tramonto” sul Pontile: Ludovico Tersigni“Ci vediamo oltre l’orizzonte” con Alessandra Relmi;

– ore 20:30 “Incontri d’autore” a Piazza Sirena: Stefania Andreoli “Io, tu, l’amore” con Alessandra Di Giacinto, in collaborazione con ASIPP – Associazione per lo Studio e l’Intervento della Psicoterapia Psicoanalitica;

– ore 22:00 Pontile: Walter Lazzarin “Storiacce sparse sul sentiero storico”;

– ore 23:30 “Libridine” sul Pontile: Dario Sansone “Santo sud” con Paolo Tocco.

Si ricorda che per accedere ad alcuni appuntamenti è necessario prenotare il proprio posto (gratuito) su www.billetto.it pertanto si consiglia di consultare il programma completo sul sito www.squilibrifestival.it.

 

Comunicato stampa

Altre notizie che potrebbero interessarti

Marsilio visita Fondovalle Sangro

Nel cantiere del tratto che conduce alla vecchia stazione ferroviaria di Gamberale
Roberta Maiolini

Virus a Pescina: 9 positivi nella scuola gestita dalle suore

7, invece, i guariti. Sono 135 i negativizzati da inizio della pandemia nel comune pescinese. I ...
Redazione IMN

Avezzano: è l’ora della rivoluzione, Paris: «Ne cambio otto»

Biancoverdi ancora ko, il presidente nel post partita: «Cambierò sette o otto giocatori»
Redazione IMN