INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS

Tenta di uccidere moglie, sospesa potestà genitoriale

I figli sono ritornati con la vittima

Il Tribunale per i minorenni dell’Aquila ha sospeso la potestà genitoriale per il 36 enne macedone che nelle scorse settimane aveva sferrato dieci coltellate alla moglie, nella comune abitazione di Capestrano, rischiando di ucciderla.

Il provvedimento – si legge sull’Ansa – è stato emesso dal giudice competente che ha detto no pure al collocamento temporaneo dei figli minori della coppia dallo zio paterno.
I figli si sono ricongiunti alla vittima che, da qualche giorno, è stata dimessa dall’ospedale San Salvatore dell’Aquila in condizioni buone, nonostante le plurime ferite riportate dall’aggressione.

Il 36 enne si trova in carcere, a Teramo, dopo il cambio di penitenziario chiesto e ottenuto dal suo legale per timore di ritorsione in cella. L’uomo, che aveva tentato di togliersi la vita dopo aver sferrato le coltellate alla moglie, è accusato di tentato omicidio con le aggravanti dei futili motivi, dell’uso del coltello e del rapporto di coniugio. Sulla vicenda proseguono le indagini della compagnia Carabinieri di Sulmona, territorialmente competente. La Procura nelle scorse settimane aveva disposto accertamenti balistici per verificare la compatibilità delle ferite con l’arma utilizzata.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Scomparsa Pulcini: il cordoglio del sindaco Biondi

"Per anni riferimento della comunità che nei farmacisti vede risorsa e sostegno, nella quotidianità ...
Redazione IMN

Test per evitare “chemio inutili” anche in Abruzzo

Oncologi: "Ancora troppi ritardi su esami genomici cruciali"
Redazione IMN

Ambiente: affidati lavori nuovo depuratore Avezzano

Più grande d'Abruzzo con sistema di depurazione a membrane
Redazione IMN