INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Tessile: Magnacca, moda Val Vibrata eccellenza regione

"Le oltre cinquanta imprese che realizzano la fashion art della Val Vibrata dimostrano di mantenere il mercato con la qualità delle loro manifatture"

“Ho avuto modo di constatare la qualità dell’artigianato made in Abruzzo, attraverso le aziende che costituiscono il Consorzio eccellenze artigiane Atea, apprezzandone la capacità imprenditoriale e il contributo che queste aziende danno al Pil regionale e all’export”. Lo ha detto l’assessore alle Attività produttive, Tiziana Magnacca, a margine del convengo sull’intelligenza artificiale a cui è seguito l’incontro con le aziende del distretto della moda della Val Vibrata, consorzio presieduto da Francesco Palandrani. “Il settore dei prodotti tessili e dell’abbigliamento, pelli e accessori – ha aggiunto l’assessore Magnacca – ha fatto crescere nel primo trimestre del 2024 l’export abruzzese che fa segnare complessivamente un dato positivo del 12,4 per cento”.

“Nonostante diversi fattori esogeni, le guerre in corso che hanno contribuito con l’aumento dei costi delle materie prime a un calo dei consumi – ha sottolineato l’assessore alle Attività produttive – le oltre cinquanta imprese che realizzano la fashion art della Val Vibrata dimostrano di mantenere il mercato con la qualità delle loro manifatture. Distretto di qualità ed eccellenza certificato dalla capacità attrattiva di nuovi investimenti soprattutto esteri. Ho apprezzato come in Abruzzo ci siano figure specializzate della moda e del lusso, che si affermano in Italia e in Europa come lo stilista Filippo Flocco. E siamo orgogliosi di tutto questo. Attività che sosterremo nel loro cammino di internalizzazione”.

 

Comunicato stampa

Altre notizie che potrebbero interessarti

Battesimo a Pescasseroli per ‘Emergency in the World’: opera d’arte donata al Parco Nazionale

Gioia Chiostri

Domenica impegnativa a Collarmele: Tour de force dei volontari

Redazione IMN

Paciotti è il nuovo presidente dell’Aiga Avezzano

Continua la battaglia per la sopravvivenza del Foro. Presentato il nuovo direttivo.
Redazione IMN