INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Tragedia a quota 2.455 metri: 34enne non ce l’ha fatta

Il giovane è morto questa mattina in ospedale a Chieti dove era stato trasportato dopo il recupero

Tragedia a quota 2.455 metri, nell’area vicino al bivacco Fusco, nel Parco nazionale della Majella: è morto uno dei due escursionisti recuperati dal Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese.

Si tratta di un ragazzo del 1988, residente in provincia di Roma. Il giovane è morto questa mattina in ospedale a Chieti dove era stato trasportato dopo il recupero.

Le avverse condizioni meteorologiche e il buio hanno reso difficoltose le operazioni dei due giovani rimasti bloccati. Impegnate nel recupero dei due ragazzi sono state le squadre di terra del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese partite dalle stazioni di Penne e di Chieti.

La richiesta di aiuto è giunta al Soccorso Alpino nel tardo pomeriggio di ieri quando uno dei due giovani è scivolato e ha riportato fratture agli arti inferiori. Per i soccorritori alle prese con la neve e l’arrivo del buio è stata una lotta contro il tempo per salvare i ragazzi anche dal rischio ipotermia.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Caro bollette: aiuti alle famiglie aquilane

Iniziative della Fraterna Tau e della Fondazione Celestino V
Redazione IMN

Rotonda di Pratola Peligna, Rocci: “A breve avvio lavori”

Consigliere provinciale: "Sono estremamente soddisfatto di aver contribuito a risolvere un annoso ...
Redazione IMN

LFoundry: chiuso accordo con Wuxi

Il gruppo cinese ha rilevato il 100% delle quote dell’azienda
Redazione IMN