INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Truffe anziani: in due sottoposti a obbligo di dimora

Il fenomeno, particolarmente sentito nell’aquilano, è seguito con particolare attenzione dai Carabinieri

Nella mattinata odierna i Carabinieri della Stazione di San Demetrio ne’ Vestini unitamente ai Carabinieri di Napoli, sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di L’Aquila, hanno dato esecuzione alla misura cautelare dell’obbligo di dimora e di presentazione quotidiana alla P.G. a carico di due ragazzi partenopei, appena ventenni, in quanto indagati per il reato di concorso in truffa aggravata in danno di una persona anziana.

Il fenomeno, particolarmente sentito nell’aquilano, è seguito con particolare attenzione dai Carabinieri del Comando Compagnia di L’Aquila, non solo attraverso una mirata attività repressiva, ma anche con opera di sensibilizzazione delle fasce più deboli, che sono poi le vittime prescelte dai truffatori.

In particolare, lo scorso 9 agosto, a pagarne le conseguenze è stata un’anziana donna ottantenne di San Demetrio ne’ Vestini che, contattata da un sedicente Maresciallo dei Carabinieri, e successivamente da un falso avvocato, si vedeva presentare presso la sua abitazione i due presunti malfattori a cui consegnava la somma di euro 3.000,00 a titolo di risarcimento di un danno provocato dal nipote a seguito di un incidente stradale che però non si era mai verificato. La vittima, impauritasi, ed allo scopo di aiutare il nipote, consegnava il denaro dopo averlo prelevato all’ufficio postale.

I Carabinieri del Comando Stazione, saputo dell’accaduto, si sono subito attivati indirizzando le indagini nei confronti dei due giovani, quest’oggi sottoposti a misura cautelare, identificati, dopo aver commesso il fatto, in un controllo stradale dei Carabinieri nel sulmontino.

I dati emersi dagli accertamenti effettuati sull’auto utilizzata dai due presunti truffatori, noleggiata la mattina stessa, incrociati con quelli dei telefonini a loro in uso, le cui schede erano intestate fittiziamente a terze persone, collocavano gli stessi proprio a San Demetrio. La vittima, infine, riconosceva in maniera certa nei due giovani coloro che l’avevano truffata, che con il provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di L’Aquila, ora, non potranno allontanarsi dal comune di Napoli e dovranno permanere in casa in orario notturno.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Droga: ai domiciliari 30enne di Luco dei Marsi

L'uomo venne colto mentre cedeva ad altre persone della droga
Redazione IMN

OSS, D’Incecco (Lega): “Risoluzione licenziata all’unanimità”

Licenziata risoluzione recante la situazione degli OSS presso le ASL della Regione
Redazione IMN

Roberta Maiolini intervista Luca Cipollone

L'intervista è andata in onda nel corso di "Pomeriggio Live", su InfoMediaNews.
Redazione IMN