INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Ubriaco contromano sulla A25

Al conducente, a cui è stata revocata la patente, arriverà anche una maxi multa

COMUNICATO STAMPA

Poco prima delle 5 di questa mattina, la sala operativa del Centro operativo Polizia Stradale ha ricevuto la segnalazione di un’autovettura che stava viaggiando contromano sull’autostrada A25 in direzione Roma, all’altezza del casello Chieti-Pescara.

Avvisati gli operatori della Sottosezione Polizia Stradale Pratola Peligna, questi si sono portati sul luogo del fatto attuando, al contempo, il servizio di safety car, con relativo rallentamento del traffico, mediante l’ausilio dei dispositivi luminosi, al fine di preservare l’incolumità degli altri automobilisti che stavano procedendo nel normale senso di marcia.

Ricevuta poi la notizia dell’uscita del veicolo segnalato in contromano al casello autostradale di Bussi-Popoli (PE), la pattuglia si è recata immediatamente sul posto procedendo a fermare il conducente che, nel frattempo, si stava apprestando a fare inversione per riprendere la marcia in autostrada.

L’uomo, che presentava i caratteristici sintomi legati all’assunzione di alcol, è stato sottoposto ai controlli di rito che hanno permesso di rivelare un tasso alcolemico ben superiore a quello consentito dalla legge.

In sede di controllo è stata accertata anche l’assenza della revisione periodica obbligatoria del veicolo.

Per le violazioni sopra citate al conducente verrà revocata la patente, multato per oltre ottomila euro mentre il veicolo sarà sottoposto al fermo per tre mesi.

Per quanto riguarda invece la guida sotto l’influenza dell’alcol il guidatore rischierà un’ulteriore sanzione fino a tremila e duecento euro e l’arresto fino a sei mesi.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Via libera a caccia di selezione cinghiali in Abruzzo

Assessore Imprudente: "Importanti novità per contrastare emergenza"
Redazione IMN

Maltempo, ad Avezzano domani scuole aperte

Gioia Chiostri

Dal 30 settembre via le mascherine su bus e treni

Le ultime scadenze dei divieti.
Redazione IMN