INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Ad Oricola 2 positivi da 20 giorni, a Pereto i casi sono 6

Si tratta di due casi riconducibili allo stesso nucleo familiare. Sono positivi al Covid dal 28 giugno scorso. Stessa cosa a Pereto, dove il sindaco rassicura: "Nel mio Comune ci sono sei casi attivi da 15 giorni: sono riconducibili ad uno stesso focolaio. Ma la situazione è pienamente sotto controllo".

Coronavirus

Se si tratti di variante Delta o no, i sindaci non possono avere la sicurezza matematica al 100%, perché la Asl non è tenuta a specificare ai primi cittadini – che comunque sono, in questo frangente, autorità sanitarie locali e che lottano tutti i giorni contro questa terribile pandemia, che presenta anche molti strascichi economici – se i casi di positività attribuiti ai loro territori comunali, siano segnati dalla cosiddetta variante “indiana”.

Quel che è certo, però, è che in entrambi i Comuni, Pereto e Oricola, nella Piana del Cavaliere, il quadro epidemiologico è sotto controllo. Non ci sono stati focolai recenti e nemmeno recenti casi di positività.

“A Pereto – avverte il sindaco Sciò, contattato dalla nostra Redazione – abbiamo sei casi Covid attivi da 15 giorni. I contagiati, comunque, stanno bene; si tratta di due nuclei familiari, risalenti allo stesso focolaio, che è stato quindi circoscritto per tempo. Io, per precauzione e prevenzione, otto giorni dopo la comunicazione dei casi attivi, ho organizzato nel mio Comune subito uno screening di massa rivolto a tutta la popolazione: tanti i giovani che hanno partecipato e questo è un dato che mi ha fatto molto piacere”.

Su più di 100 tamponi effettuati, 0 sono stati i positivi segnalati.

Ad Oricola, i positivi sono solo due – sempre in buone condizioni di salute – da almeno 20 giorni, appartenenti anche loro alla stessa famiglia.

E proprio a Pereto, inoltre, il prossimo 22 luglio, di giovedì, a partire dalle ore 9 e 30, si terrà il Vax Day, rivolto a tutti i cittadini.

Piccola postilla: questo è il “momento” della variante Delta, vale a dire che più si andrà avanti più la maggior parte dei casi da Coronavirus registrati saranno riconducibili ad essa, che la più contagiosa. Ieri, allo Zooprofilattico, a Teramo, sono stati sequenziati 29 campioni del virus in Abruzzo, di cui 23 sono stati dichiaratamente Delta.

Altre notizie che potrebbero interessarti

La Festa del Narciso 2020 cambia forma ma non si ferma

A Rocca Di Mezzo, il 31 maggio, la 74esima edizione della festa abruzzese dei “balconi fioriti” si ...
Redazione IMN

Gran Sasso: muore giovane escursionista

Caduto durante la discesa dal Corno Grande
Redazione IMN

Speranza: “Mezzo miliardo per recuperare prestazioni”

"Covid ha influito su diagnosi precoci". In corso meeting Acc
Redazione IMN