INFO MEDIA NEWS
EVENTI NEWS SLIDE TV

Arap Abruzzo: 42 stand per la Fiera internazionale del Tartufo

Oltre 60 aziende dal mondo produttivo abruzzese in esposizione. 10 buyer mondiali e convegni scientifici. Il vicepresidente Imprudente: "Il nostro made in Abruzzo al centro dell'attenzione internazionale". Appuntamento dal 9 all’11 dicembre prossimo, all’Aquila.

Quarantadue stand, oltre 60 aziende coinvolte, convegni scientifici, masterclass, intrattenimenti ed eventi culturali itineranti, truck food per la degustazione di piatti a base di tartufo e la presenza di dieci buyer internazionali. Ed ancora il laboratorio del gusto con gli studenti degli istituti agrari e alberghieri abruzzesi e “Mani in pasta”, esperienza sensoriale con l’Unione italiana ciechi.

È in sintesi il cartellone della prima edizione della Fiera internazionale dei Tartufi d’Abruzzo che si terrà dal 9 all’11 dicembre prossimo all’Aquila, nel parco del Castello cinquecentesco, a ridosso del centro storico del capoluogo abruzzese, dove sono sempre più tangibili i segni della ricostruzione post terremoto del 2009.

La tre giorni sul tartufo, alimento sul quale l’Abruzzo può vantare una buona tradizione, è promossa dalla Regione Abruzzo attraverso l’Azienda regionale attività produttive (Arap), nel suo ruolo di soggetto attuatore. L’evento, voluto in particolare da Emanuele Imprudente, vice presidente della Giunta regionale con delega all’Agricoltura, è sostenuto da una legge regionale approvata dal Consiglio regionale abruzzese.
Nella vetrina internazionale in cui i produttori di tartufi comunque la faranno da padrone, saranno protagonisti anche le altre eccellenze abruzzesi come zafferano, vino, olio, miele, ortofrutta, salumi e formaggi.

“La Regione Abruzzo mira, come fatto gli scorsi mesi all’Expo di Dubai, a Bruxelles, a Verona e Merano a presentare sulla scena internazionale, attraverso le eccellenze enogastronomiche, la Terra d’Abruzzo e le sue caratteristiche vincenti, a partire dall’ambiente e dalle bellezze storiche ad architettoniche – spiega Imprudente -. Vogliamo che questo evento diventi un classico e porti l’Abruzzo al centro dell’attenzione italiana ed internazionale. La nostra fonte di ispirazione sono i grandi eventi che vengono promossi ad Alba, in Piemonte. Vogliamo raggiungere questo obiettivo mettendo a sistema e in contatto le varie e preziose realtà del mondo produttivo del tartufo”, conclude il vice presidente
.
A sostenere la manifestazione saranno il Comune dell’Aquila, le Camere di commercio Gran Sasso d’Italia e Chieti Pescara, Arta Abruzzo e Gal.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Rifiuti: cresce differenziata, Abruzzo raggiunge obiettivo 65%

Rapporto Rifiuti Urbani Ispra 2021
Redazione IMN

Green pass: Cdm valuta durata illimitata con tre dosi

Attesa oggi per le nuove norme anti-Covid nella scuola
Redazione IMN

Agricoltura, ad Avezzano si parla di programmazione 2023-2027

Convegno promosso da Coldiretti con Covalpa e Ampp
Redazione IMN