INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Caro-energia: scoppia la polemica, bruciate in piazza le bollette

Le proteste in Italia contro il vertiginoso aumento del gas e dell'elettricità.

Riparte la “guerra al carovita” con iniziative simboliche che da oggi si estenderanno in molte piazze italiane per protestare contro il vertiginoso aumento del gas e dell’elettricità. La notizia è stata riportata dall’Ansa.

In questi giorni, è tornata in auge la protesta del falò simbolico, dove bruciare le bollette. Già sabato a Bologna nella centralissima via Ugo Bassi, a due passi dalle Due Torri, si è svolta una iniziativa organizzata dalla campagna ‘Noi Non Paghiamo Emilia-Romagna’, promossa da gruppi di lavoratori per protestare contro i rialzi “che non possiamo permetterci di pagare – hanno denunciato i manifestanti – e non le pagheremo”.

Ha preso forma così a Torino, in corso Regina Margherita, la mobilitazione proclamata a livello nazionale dall’Usb per protestare contro il caro bollette.

Vi hanno partecipato anche a rappresentanti di Cambiare rotta – Organizzazione giovanile comunista, Potere al popolo e Comitato teleriscaldati della città metropolitana. “La situazione – ha detto Enzo Miccoli di Usb Torino – è grave. La salita dei prezzi è determinata dalla scelta dei governi di restare su posizioni imperialiste e dalla vergognosa speculazione portata avanti dalle imprese. L’energia deve essere pubblica: è l’unico modo per avere un tetto ai prezzi”. Lo ‘store’ ha calato le saracinesche prima dell’arrivo dei manifestanti.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Scuola: a Carsoli l’operazione ripartiamo in sicurezza

Domani, 6 aprile, è previsto uno screening di massa rivolto alla popolazione scolastica e ...
Redazione IMN

Autostrade, “Risorse siano gestite da commissario”

"La grande opportunità di investimenti realizzabili previsti dal Recovery Plan riguardano per una ...
Redazione IMN

L’Aquila, denunciato 50enne per aver violato misura cautelare e rilasciato false generalità

Redazione IMN