INFO MEDIA NEWS
Cronaca NEWS SLIDE TV

Finte mail Agenzia entrate: Polizia mette in guardia

Non cliccare mai sui link allegati alle comunicazioni ma di collegarsi direttamente alle app e ai siti ufficiali

I cybercriminali sono sempre a caccia di dati sensibili da utilizzare in diverse tipologie di truffe o per svuotare i nostri conti correnti, ed è per questo che, periodicamente, fanno partire le cosiddette campagne di phishing, termine che indica le diverse tipologie di raggiri online con i quali si inducono le vittime a condividere informazioni sensibili quali password e numeri di carte di credito.

Un tipo di phishing molto utilizzato negli ultimi tempi è quello che sfrutta illecitamente il logo dell’Agenzia delle entrate, proprio come sta avvenendo in questi giorni.

Tramite email o Sms arrivano delle false comunicazioni che presentano in allegato un file Pdf con il quale si inducono gli utenti a fornire indirizzo email e password.

Successivamente, per rendere credibile la richiesta di dati, la vittima della truffa viene reindirizzata sulla pagina ufficiale dell’agenzia.

Gli specialisti della Polizia postale consigliano, per verificare la genuinità di notifiche o avvisi ricevuti tramite email o Sms, di non cliccare mai sui link allegati alle comunicazioni ma di collegarsi direttamente alle app e ai siti ufficiali.

Altre notizie che potrebbero interessarti

La “Pantafa” sul Grande schermo: questa sera Emanuele Scaringi ad Avezzano

Il regista: "Sono molto legato all'Abruzzo e alle sue leggende"
Redazione IMN

Villa San Sebastiano-Barrea, caos sugli spalti e recriminazioni sul campo

Alice Pagliaroli

Covid: rallenta la discesa dei contagi

Giù terapie intensive e ricoveri. Dati Fondazione Gimbe: in 7 giorni -14,8% contagi su -27,5% ...
Redazione IMN