INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Governo Marsilio: “C’è un Abruzzo che conta a Roma”

Le parole del presidente della Regione Abruzzo per i quattro anni del Governo Marsilio

“Passare attraverso la pandemia del Covid, oltre a quella perdurante dell’emergenza energetica e dell’inflazione aggravata in ultimo della guerra in Ucraina, non è stato facile. Abbiamo presentato oggi, risultati molto importanti. In sanità abbiamo trovato il deserto 4 anni fa nei nostri ospedali e oggi abbiamo colmato quasi tutte le posizioni da primario oltre ad avere assunto gli infermieri. Balzo in avanti dell’Abruzzo anche sulla spesa dei fondi europei”.

Così si esprime il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, a margine dell’evento evento “4 Anni di Lavoro senza Confini”.

“Portiamo a casa centinaia di milioni di finanziamenti in vari campi– prosegue il presidente -, dall’edilizia sanitaria a quella scolastica, agli interventi sull’idrico. Oggi abbiamo centinaia di milioni di progetti finanziati, alcuni dei quali già in corso e, rispetto ai quali, già si vedono i primi risultati, per non parlare dell’acquifero del Gran Sasso uno dei grandi temi lasciati inevasi per 20 anni. Oggi abbiamo un commissario che sta con l’elmetto in testa a progettare e tra poco partiranno i cantieri per la messa in sicurezza dell’acquifero e per risolvere un altro dei grandi problemi dell’Abruzzo”.

“Molta attenzione abbiamo posto alle infrastrutture come le ferrovie, le strade di collegamento con le altre regioni, cantieri  aperti sia sulla Pedemontana Teramo-Ascoli, sia sulla Montereale-Amatrice. Abbiamo il progetto pronto per la Avezzano-Sora. In conclusione, stiamo togliendo l’Abruzzo da quella marginalità, quell’isolamento che lo caratterizzava e lo penalizzava. C’è anche un Abruzzo che conta a Roma”.

“Qualche numero: il bilancio della Regione è a posto e, a seguito del complesso percorso di riallineamento contabile condotto dall’Ente, nell’esercizio 2022 conseguita la parificazione del rendiconto della gestione 2021 da parte della Corte dei Conti. Ripianato integralmente il disavanzo relativo all’esercizio 2014 pari ad oltre 510 milioni di euro ed ammortizzato per il 50% circa il disavanzo 2015 pari ad oltre 88 milioni di euro“.

“Nessun ulteriore disavanzo registrato rispetto alle annualità precedenti pur dovendo fronteggiare la difficile situazione emergenziale della pandemia da Covid-19. 450 milioni per la spesa sul sociale: tre volte tanto quello che accadeva nel piano precedente. 5 aree interne identificate in Abruzzo nel ciclo di programmazione 2014-2020 più 2 nuove aree identificate nel ciclo di programmazione 2021-2027. 20 milioni di euro per il progetto luce d’Abruzzo Rocca Calascio. Per la Grande partenza del Giro d’Italia 2023 con risorse Fsc Abruzzo a valere sul PSC 2000-2020 oltre 7 milioni di euro“.

Altre notizie che potrebbero interessarti

“HappyAgeing” modello di prevenzione vaccinale

Convegno online per proporre un modello di chiamata attiva alle vaccinazioni dell’anziano
Giulia Monaco

Già 100 afghani destinati a strutture di accoglienza per “ricominciare”

Il campo base di Croce Rossa di Avezzano - unico in Italia per le sue proporzioni e la sua ...
Redazione IMN

Elezioni Avezzano, asse PD-Babbo: è ufficiale

Piacente: “Abbiamo ufficializzato la costruzione di una coalizione: un patto tra forze politiche e ...
Redazione IMN