INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica

Imprudente e Magnacca firmano protocollo per rete del lavoro agricolo di qualità

L'iniziativa è mirata a prevenire fenomeni di lavoro illegale in agricoltura, preservando gli elevati livelli di legalità che caratterizzano il settore nella provincia aquilana

COMUNICATO STAMPA
È stato sottoscritto questa mattina, in Prefettura, il “Protocollo per la costituzione della Sezione  territoriale della Rete del lavoro agricolo di qualità presso la provincia dell’Aquila”.
Il documento è stato siglato dal Prefetto Giancarlo Di Vincenzo, dal direttore regionale dell’Inps Abruzzo, Luciano Busacca, dal vice Presidente della giunta regionale con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, dall’assessore al Lavoro della Regione Abruzzo, Tiziana Magnacca, dal direttore dell’Ispettorato territoriale del Lavoro dell’Aquila, dai presidenti provinciali di Confagricoltura, Coldiretti e Confederazione Italiana Agricoltori e dai segretari provinciali della Cgil, Cisl e Uil.  
L’iniziativa, promossa dalla Prefettura e dalla Direzione Provinciale dell’Inps e portata avanti con il condiviso impegno di istituzioni, enti locali, organizzazioni d’impresa e sindacali, anche attraverso specifiche riunioni del Consiglio territoriale per l’Immigrazione e del Tavolo permanente per il monitoraggio del fenomeno del caporalato, è mirata a prevenire fenomeni di lavoro illegale in agricoltura, preservando gli elevati livelli di legalità che caratterizzano il settore nella provincia aquilana.
“La firma di questo protocollo d’intesa – ha detto il vice presidente Emanuele Imprudente – segna un momento cruciale per il miglioramento delle condizioni di lavoro nel settore agricolo della nostra regione. La nostra attenzione è rivolta a garantire un lavoro dignitoso e sicuro per tutti. È un esempio di come la collaborazione tra istituzioni e organizzazioni possa portare a risultati concreti e positivi per il territorio. Pone le basi per affrontare in maniera sinergica, con la Regione quale elemento trainante, i problemi legati al mondo agricolo promuovendo la qualità del lavoro”.
“È un ulteriore passo in avanti – ha aggiunto l’assessore Magnacca – nella promozione in agricoltura delle politiche attive del lavoro, del contrasto al lavoro sommerso e all’evasione contributiva, della sicurezza e igiene sul lavoro, dell’organizzazione e gestione dei flussi di manodopera stagionale e l’assistenza dei lavoratori stranieri immigrati. Una tangibile collaborazione tra istituzioni, sindacati e organizzazioni del mondo agricolo. Un grande lavoro di squadra che vede il grande impegno della Regione Abruzzo e del presidente Marsilio”.
Con l’attuazione del Protocollo si promuove il sostegno all’eccellenza agricola della provincia mediante la realizzazione di progetti che agevolino l’intermediazione, l’organizzazione e la gestione dei flussi di manodopera stagionale, la formazione dei lavoratori, i servizi di trasporto collegati con il lavoro agricolo e gli interventi volti alla coesione sociale, in particolare di assistenza ai lavoratori immigrati.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Rugby in lutto: giovane atleta “passa la palla”

Daniel Colarossi, già giovanissimo atleta del Sambuceto Rugby, è morto a soli 15 anni a seguito di ...
Redazione IMN

Abruzzo: un anziano su 3 ricoverato oltre il dovuto

Indagine Fadoi, per Regione costi extra pari a 31 mln euro
Redazione IMN

Voto Sulmona: lista Forza Italia per Masci sindaco

Tutti i nomi della lista degli azzurri presentata ieri. Si torna al voto il 3 e 4 ottobre
Redazione IMN