INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Iran: taglio ciocche capelli solidarietà in Università Teramo

Docenti e studenti mandano urna di ciocche ad Ambasciata Iran

Il Rettore Dino Mastrocola si è fatto tagliare una ciocca di capelli e l’ha messa nella teca, simbolo della solidarietà verso le donne iraniane.

È stata questa una delle immagini che le matricole dell’Università degli studi di Teramo hanno visto nella giornata di orientamento “Welcome metricole”.

In solidarietà con le donne iraniane e per l’impegno nel rispetto dei diritti umani, oggi pomeriggio, in occasione della cerimonia di accoglienza delle matricole dell’Università di Teramo, si è tenuta l’iniziativa dal titolo Voci UNITE per “Donne, Vita e Libertà”, con interventi e testimonianze di docenti, personale amministrativo e studenti.

Abbiamo deciso di collocare questa iniziativa”, ha spiegato il Rettore “nella giornata dedicata alle matricole proprio come messaggio di benvenuto, per comunicare fin da subito l’impegno dell’Università di Teramo per il rispetto della persona e per la promozione dell’inclusione, della legalità, del rispetto dei diritti umani e della parità di genere”. Dopo l’intervento del Rettore e della delegata di Ateneo per le pari opportunità, Fiammetta Ricci, docenti studenti e personale hanno tagliato una ciocca dei propri capelli in segno di solidarietà con le donne iraniane, nel ricordo di Masha Amini, la ventiduenne iraniana morta per una ciocca di capelli. Nel corso del Welcome matricole, che continuerà fino a tarda sera, le ciocche sono raccolte in un’urna, che sarà recapitata all’Ambasciata iraniana per consegnare la testimonianza dell’università di Teramo.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Screening a Canistro: tamponi tutti negativi

Il sindaco: "Siamo soddisfatti della partecipazione dei cittadini"
Redazione IMN

Il Tar dà ragione alla Cipollone: torna a sedersi in assise al posto di Paciotti, le parole di De Angelis

Gioia Chiostri

P.O. Tagliacozzo, Giovagnorio: “Chiusura non per contatti con medico positivo”

Il sindaco smentisce le notizie circolate in rete
Redazione IMN