INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

L’Aquila, manifesti con fascio littorio: “Inaccettabili”

Sinistra italiana chiede la rimozione. Cgil presenta in Questura formale denuncia/querela contro ignoti

“Inaccettabili e vergognosi i manifesti abusivi per celebrare il centenario della marcia su Roma apparsi questa mattina in molte zone del capoluogo, come del resto in gran parte delle Città del Paese. Chiediamo al sindaco Pierluigi Biondi la loro immediata rimozione. L’Aquila, città dei nove martiri, è e sarà sempre antifascista”.

Così, in una nota, Pierluigi Iannarelli, segretario Circolo Sinistra Italiana L’Aquila.

“Doveva essere un privilegio, come disse il sindaco, aver eletto l’attuale presidente del Consiglio nel nostro territorio, ecco in attesa di constatare la veridicità di questa affermazione, nel frattempo Giorgia Meloni e lo stesso sindaco lo dimostrino prendendo le distanze da questa immondizia. Oggi ricorrono i 100 anni dell’assalto dei fascisti alla Capitale. Ancora oggi qualcuno lo scambia per folklore. Un errore drammatico che si può correggere solo con la memoria. Lo stesso errore che commette chi pensa che quella ideologia sia consegnata alla storia. Non è così, e ne vediamo i segni ogni giorno in molte cose”.

“Serve ricordare, perché non accada più e servono atti concreti, come lo scioglimento delle organizzazioni neofasciste, che attendiamo da tempo. Un plauso alla Cgil aquilana, che per mano del suo segretario Francesco Marrelli, questa mattina ha depositato presso la Questura dell’Aquila formale denuncia/querela contro ignoti, che poi ignoti non sono visto che persone e luoghi sono ben noti a tutti”, conclude Iannarelli.

Altre notizie che potrebbero interessarti

XCO Abruzzo Race entra nel vivo con il Memorial Parmegiani

Grande successo di partecipazione per la sesta edizione del Memorial intitolato a Mario Parmegiani
Redazione IMN

Covid, tutte le informazioni sul vaccino più atteso

La prima vaccinata è un'infermiera dello Spallanzani che cura a casa anziani
Redazione IMN

Popolare Bari: da domani al via conciliazione

Offerta prevede 2,38 euro per azione a chi ha subito danni
Redazione IMN