INFO MEDIA NEWS
Cultura NEWS SLIDE TV

Pietraquaria: a spasso nel tempo, riaprono i Cunicoli

Gallese: "Riscoperta dei luoghi simbolo del passato, custodi di una memoria antica che ci ha reso noti in tutto il mondo"

Due testimonianze del passato più audace e rivoluzionario che, da sole, sono in grado di rievocare una ‘biografia’ unica al mondo, fatta di eccellenza, di ingegno e di identità di territorio. I Cunicoli di Claudio e il Parco dell’Incile del Fucino riapriranno per tutti i curiosi, i turisti e gli appassionati, in via straordinaria, il 28, il 29 e il 30 aprile. I conosciutissimi Focaracci di Avezzano sono stati, infatti, solo l’inizio di un percorso di riscoperta della storia locale e non. Oltre ad una città che si è ritrovata ieri notte nei quartieri e si è illuminata come una costellazione – grazie ai fuochi mappati e rivolti all’effige di Maria – a partire da domani, 28 aprile, si potrà entrare direttamente a con-tatto con la meraviglia di 2000 anni fa, grazie ad escursioni e visite guidate gratuite.

“Il Comune, in occasione della ricorrenza della Festa della Madonna di Pietra-quaria 2023 – spiega l’assessore alle politiche turistiche Patrizia Gallese – ha voluto attivare un percorso di riscoperta delle tradizioni e delle nostre peculia-rità nuovo e diverso rispetto agli anni scorsi. Avremo sempre il culto, la devo-zione secolare espressa nei confronti della nostra Patrona, ma avremo quest’anno anche qualcosa in più: la possibilità gratuita di poter frequentare e lasciarsi ammaliare dai Cunicoli e dal Parco dell’Incile. Orme del potere di Roma, ma anche orme della determinazione del Principe Torlonia. Il cammino della cultura è sviluppo del territorio”.

Grazie ad una stretta di mano collabora-tiva e proficua con la DMC Marsica, che da tantissimi anni si occupa di politiche turistiche proprio sul territorio marsicano, e grazie all’appoggio e al via libera della Sovrintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio provinciale, i due siti di interesse di Avezzano potranno essere visitati con la presenza e la competenza di guide esperte.

“I due luoghi collegati al Lago Fucino e al suo destino – aggiunge ancora la Gallese – verranno riaperti al pubblico grazie an-che ad un’ottima sinergia con il Consorzio di Bonifica Ovest, che gestisce il Parco dell’Incile. Aggiungere, allargare gli orizzonti e arricchire per cerca-re di elaborare appuntamenti di pregio non solo per gli avezzanesi, ma anche per i turisti che proverranno da fuori: questo è il nostro motore”.

Si potranno effettuare visite dalle ore 10 del mattino sino alle 13 e, poi, nel pomeriggio dalle ore 15 alle 18. Sarà la DMC Marsica a gestire le prenotazioni: per motivi di sicurezza e così come prescritto dalla Sovrintendenza, le visite ai Cunicoli e al Parco dell’Incile sono a numero chiuso (la prenotazione è obbligatoria).

“Il Comune – conclude il consigliere Alessandro Pierleoni – ha tutte le in-tenzioni, e lo sta dimostrando, di valorizzare siti che sono di una preziosità as-soluta su scala internazionale, anche con un investimento economico. Dopo questa prima fase di sperimentazione, organizzeremo in Comune per i Cunicoli di Claudio una conferenza di servizi a cui verranno invitati a partecipare tutti gli Enti e gli organismi coinvolti, con l’obiettivo di regolamentare e affidare definitivamente la custodia dei Cunicoli, mantenendoli aperti tutto l’anno. Pun-tiamo a far diventare i due siti archeologici della città i più visitati di tutta la Provincia dell’Aquila. Questo proponimento lo estendiamo anche al Consorzio che, siamo sicuri, spalleggerà l’amministrazione comunale, come ha sempre fatto”.

Per i tre giorni di fine aprile, gli archeologi dell’associazione Limes saranno le guide a disposizione dei visitatori. Già da oggi stesso è possibile prenotarsi at-traverso i contatti: dmcmarsica@gmail.com e 3487954462.

Per concludere, il 28 aprile, presso la Sala Irti (ex scuola Montessori), è in programma un convegno proprio sulla storia della Madonna di Pietraquaria (leggende e non), organizzato nell’ambito della mostra dedicata al giudice Rosario Livatino.

Il 30 aprile, invece, è in agenda – sempre nella stessa location – la presentazione, alle ore 15 e 30, del nuovo libro di Luca Sardella sulla tran-sizione ecologica scritto assieme alla figlia, ‘Una pianta per amica’. Lo presenterà in anteprima ad Avezzano. Alle 21, invece, ‘Concerto di primavera’ con ingresso libero al Castello Orsini, pianoforte (M° Pamela Panzica) e chitarra (M° Roberto Vallini).

Altre notizie che potrebbero interessarti

A14: riaperto svincolo di Roseto

Il via libera dall'Autorità Giudiziaria di Avellino dopo l'istanza di Autostrade per l'Italia
Redazione IMN

Arresti domiciliari per un giovane spacciatore

Il 19enne era stato bloccato in strada dai carabinieri e trovato in possesso di oltre 100 grammi di ...
Redazione IMN

Fauna selvatica, Lollobrigida su abbattimento: “Non va escluso”

Insorge l'Enpa: "Pronti alla mobilitazione. Esistono altri metodi per agevolare e incentivare la ...
Redazione IMN