INFO MEDIA NEWS
Attualità NEWS PRIMA PAGINA SLIDE TV

Pro Loco Luco dei Marsi, Emilio D’Eramo nuovo presidente

Presidente uscente: “Un ottimo segnale e un buon inizio per ridare linfa vitale e centralità alla Pro Loco, tradizionalmente primo supporto dei Comuni nell’opera di valorizzazione del territorio”

Si rinnova e riparte con slancio la Pro Loco dei Luco dei Marsi. Una sala gremita ha fatto da cornice, nella serata di lunedì, 10 giugno, al varo del nuovo corso per l’Associazione, in cui affluiscono nuove energie e già si prepara a una stagione fitta di impegni. Nella sala dell’ex municipio l’Assemblea, guidata dalla presidente uscente, Elisa Panella, in regime di prorogatio, e alla presenza della sindaca Marivera De Rosa, anche socia, ha eletto il nuovo Direttivo e gli Organi collegiali statutari. Eletti all’unanimità, per il Direttivo: Gabriella Angeloni; Giuseppina Ciocci; Emilio D’Eramo; Giovanni D’Eramo; Ivo Lilli, Valerio Pace; Elisa Panella; Giuseppina Panella; il Direttivo ha poi proceduto alla designazione di Emilio D’Eramo quale nuovo presidente e di Elisa Panella alla vicepresidenza. Eletti membri effettivi per il Collegio dei Revisori dei Conti: Ivan Chiappini; Giuseppe Civitani; Antonio Pelliccione; membri supplenti: Antonio Amadoro; Claudia Angelucci. Per il Collegio dei Probiviri sono stati eletti membri effettivi Silvia Marchi; Monica Santellocco; Tullio Venti; membri supplenti: Carmelina Galdi; Domenico Marchi.

Numerose le nuove adesioni giunte alla Pro Loco nei mesi scorsi, condensatesi attorno all’interessante progetto di ristrutturazione e vivificazione della stessa, che archivia un lungo periodo di attività estremamente ridotta, causa pandemia ma non solo, e di un progressivo assottigliarsi, negli anni, del gruppo degli associati. Il rilancio, disegnato dalla Presidente uscente, prevede la più ampia partecipazione degli Associati, l’inaugurazione di una nuova sede, messa a disposizione dal Comune, che fungerà anche da Infopoint turistico, l’ampliamento delle iniziative volte a valorizzare il Territorio a tutto tondo, dalle risorse storico-architettoniche e paesaggistiche alle tipicità locali, alla maggiore partecipazione, in cooperazione, agli eventi organizzati e promossi dalla rete sociale luchese. Un progetto che ha raccolto l’approvazione e l’entusiasmo di numerosi cittadini, “Un ottimo segnale e un buon inizio per ridare linfa vitale e centralità alla Pro Loco, tradizionalmente primo supporto dei Comuni nell’opera di valorizzazione del territorio”, ha sottolineato la Presidente uscente, che ha illustrato le attività svolte negli anni, non tralasciando l’accenno ad alcune criticità che si sono andate acuendo nel tempo, e che a seguire, in un’atmosfera di grande emozione, ha dato corso al passaggio del testimone, consegnando al nuovo Direttivo, come ha rimarcato, “Un bilancio in attivo e una storia di tutto rispetto”, storia che, è la particolarità emersa nel corso dell’incontro, vede la sindaca De Rosa quale prima storica presidente della Pro Loco e con lei l’assessore ai Lavori pubblici, Mauro Petricca, tra gli ispiratori e promotori della stessa. “Ho accolto con piacere la proposta del Direttivo”, ha chiosato Emilio D’Eramo”, Assumere la guida di una Associazione tanto cruciale per il territorio è impegnativo ma è anche una sfida stimolante, molto vi è da fare e certamente la vitalità, lo spirito di iniziativa che caratterizza l’Amministrazione e tutto il tessuto sociale luchese, storicamente brillante nell’associazionismo, sono caratteri che questo nuovo corso della Pro Loco esprimerà appieno. Invito tutti coloro che abbiano voglia di darsi da fare e condividere una bella e costruttiva esperienza a iscriversi, troveranno spazio, accoglienza, e un clima amichevole e propositivo, quello necessario a fare, e fare bene per il nostro paese”.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Avezzano Rugby, l’anno nuovo riparte dal sole della Sicilia

Redazione IMN

Scoperto un reperto romano rubato in casa di olandesi

Redazione IMN

Fina: “Sostegno umano e politico a lotta di Petrilli”

L’articolo 314 c.p.p. e il risarcimento per ingiusta detenzione
Redazione IMN