INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

De Blasis: “Con revisione Pac, riduzione oneri burocratici”

Parla l'europarlamentare: "Alcune delle richieste fatte dal Governo italiano a sostegno degli agricoltori sono state accolte a Bruxelles. Rimane ancora l’approvazione del Parlamento che, secondo i programmi, dovrebbe essere data nell’ultima plenaria d’aprile".

“Ieri, finalmente alcune delle richieste fatte dal Governo italiano a sostegno degli agricoltori sono state accolte a Bruxelles. Infatti, con l’approvazione da parte del comitato speciale Agricoltura della revisione della Politica agricola comune, proposta dalla Commissione Europe, alcune delle istanze che il mondo agricolo ha portato con forza all’ attenzione negli ultimi mesi, entreranno nella PAC. In particolare, la revisione ridurrà gli oneri amministrativi per i piccoli coltivatori, esentando le piccole aziende agricole di meno di 10 ettari dai controlli e dalle sanzioni legate alla PAC”, così in una nota Elisabetta De Blasis europarlamentare FDI-ECR.

Questo provvedimento che introduce inoltre la possibilità residuale per gli Stati membri di poter accordare la diversificazione delle colture invece della rotazione obbligatoria, aiuterà i coltivatori colpiti da siccità o precipitazione eccessive a adattarsi a questi eventi in modo più compatibile con la realtà agricola. Rimane ancora l’approvazione del Parlamento che secondo i programmi dovrebbe essere data nell’ultima plenaria d’aprile. Il mio sostegno e quello del gruppo ECR saranno sempre a favore di quelli che lavorano ogni giorno nell’agricoltura, rispetto alle eco-follie senza alcun senso del reale”, conclude l’Onorevole Elisabetta De Blasis.

Altre notizie che potrebbero interessarti

VIDEO. ‘Niki Aprile Gatti’: da Avezzano verso un Natale universale

Redazione IMN

VIDEO. Al via i lavori a Piazza Torlonia, ecco i dettagli degli interventi: tra tempi e divieti di sosta

Kristin Santucci

II ed Fiera Internazionale Tartufo d’Abruzzo

Si svolgerà a L'Aquila da venerdi 1 dicembre. Imprudente: "Esportare la nostra regione"
Giulia Monaco