INFO MEDIA NEWS
NEWS Politica SLIDE TV

Ferrovia, attivo Tavolo di Monitoraggio permanente

Obiettivo: fare quadrato attorno alla concretizzazione del progetto e verificare dati, tempi e effettività delle risorse

Sala consiliare di Avezzano gremita per il primo giorno di lavori del Comitato di monitoraggio tecnico-politico sui lavori della Roma-Pescara, nato a seguito delle criticità riscontate per la realizzazione del lotto Avezzano-Tagliacozzo.

Parlamentari, sindacati, sindaci e rappresentanti delle associazioni si sono dati appuntamento a palazzo di città per dare il via all’iniziativa. A fare gli onori di casa il primo cittadino di Avezzano Giovanni Di Pangrazio che ha spiegato il senso dell’incontro e, come già previsto, svolgerà il ruolo di coordinatore del tavolo permanente.

All’esito del Consiglio comunale straordinario di Avezzano del 6 febbraio 2023, avente ad og-getto le “Problematiche inerenti all’intervento di potenziamento e velocizzazione della linea fer-roviaria Roma-Pescara” e con la disponibilità di tutte le parti politiche intervenute, il Consiglio aveva invitato ad istituire un Comitato di monitoraggio sullo stato di avanzamento dell’opera con la partecipazione di rappresentanti istituzionali, di categoria e sindacali e con composizione rappresentativa di tutti i gruppi consiliari.

“Il comitato – ha spiegato il sindaco- opererà per l’ambito delle aree interne, per raccogliere e veicolare informazioni, rendere parte attiva la popolazione, armonizzare le azioni di amministratori e forze politiche mettendole in sinergia.

L’obiettivo è evitare il processo di disinformazione o scarsa informazione che si genera fisiologicamente quando non c’è un flusso continuo, costante di elementi informativi da fonti qualificate, aspetto ancor più importante per un’opera così strategica. Vogliamo disporre di un organismo snello ma organizzato che segua tutto l’iter.

Ho vissuto direttamente l’esperienza di verificare uno scostamento tra ciò che mi aspettavo di trovare e ciò che in realtà era accaduto. Mi riferisco ai fondi per la tratta Tagliacozzo-Avezzano e già in queste ore circolano posizioni diverse che rendono doverosa un momento di verifica terzo, serio, imparziale, partecipato, aperto al contributo di tutti coloro che hanno a cuore l’opera.

Non nascondo che, anche in questi minuti, da un lato registro con fiducia le notizia che arrivano dal MIt per la tratta Manoppello-Scafa dall’altro però autorevoli quotidiani nazionali, nelle pagine di approfondimento economico, solitamente molto equilibrati nell’analisi, continuano a mettere in dubbio la realizzazione del tracciato parlando di opere in bilico con l’ipotesi di tirarle fuori per l’impossibilità di realizzare il tutto centrando gli obiettivi.

Per questo serve un lavoro di squadra serio, costruttivo e diverso dal pur legittimo contraddittorio politico che, ciascuno di noi, farà in altri luoghi. Trovo rassicuranti le dichiarazioni del Presidente della Regione Marsilio che deve essere al nostro fianco per convincere il ministero a finan-ziare l’intera opera”.

“Il Comune di Avezzano – ha aggiunto Di Pangrazio – ha deciso di inserire un tecnico che possa coadiuvare il tavolo nel verificare i progressi dell’opera e il mantenimento degli impegni e delle tempistiche previste che opererà naturalmente con il supporto della nostra struttura amministrativa. Il tavolo terrà incontri di carattere trimestrale, anche se è probabile un aggiornamento più a stretto giro per la prossima convocazione”.

Da registrare, gli interventi dei rappresentanti delle associazioni ( ha parlato Roberto Monfredini di Confindustria per tutti) e quelli dei segretari regionali dei sindacati Michele Lombardo e Franco Rolandi, e poi le significative presenze politiche.

Il senatore Etel Sigismondi ha ricordato che “le regioni sono in competizione tra di loro ed è fondamentale far arrivare le merci e lavorare sulla trasversalità. Mancano 5 miliardi e mezzo per completare l’opera” dichiarandosi fiducioso sull’arrivo dei finanziamenti necessari mentre hanno espresso alcune perplessità sia il senatore Michele Fina che ha invitato a “pretendere la lettera ufficiale del Mit che conferma i finanziamenti” sia la collega senatrice Gabriella Di Girolamo “non servirebbe a nulla un contenitore utile come questo tavolo di monitoraggio, che resti senza contenuto”.

L’assessore regionale Mario Quaglieri ha rimarcato l’impegno in prima linea della regione sotto-lineando che la tratta ferroviaria è una priorità e che per la tratta Manoppello – Scafa c’è stata una veloce approvazione del progetto di prefattibilità a poche ore dall’approvazione dei consigli comunali”.

L’onorevole Luciano D’Alfonso, invece, ha rimarcato da un lato alcuni aspetti che spingono all’ottimismo “l’opera dispone di risorse itineranti e procedure adattive e figure con poteri straordinari” invitando però ad agire presso il commissario Macello per avere tutti i dati e i “fo-gli di monitoraggio” e a chiedere un confronto ai vertici del Comitato di supporto speciale “luo-go dove passano le risorse” e a quelli del monitoraggio dei fondi PNRR. “Dobbiamo conoscere la sorte delle procedure di cantiere – ha aggiunto D’Alfonso- ma anche la sorte dei fondi anche perché il fabbisogno del cantiere crescerà”, mentre il senatore Guido Liris ha garantito “Macello verrà ad Avezzano con il Presidente Marsilio” ribadendo che “i fondi per questa tratta vanno integrati”.

Presenti anche i delegati del comune di Avezzano Ernesto Fracassi e Lorenza Panei insieme al presidente del consiglio comunale Fabrizio Ridolfi, il sindaco di Tagliacozzo Vincenzo Giovagnorio quello di Sulmona Gianfranco Di Piero, i consiglieri regionali Giorgio Fedele, Simone Angelosante e Massimo Verrecchia.

Altre notizie che potrebbero interessarti

Paolucci (Pd): “No delega agricoltura a Imprudente”

"Il centrodestra sta condannando il mondo vitivinicolo"

Podda: “Caro-energia rischia di produrre effetti pesanti sulle imprese”

"A fine 2022 si stima che l’incidenza dei costi energetici potrebbe raggiungere più dell’8,0%"
Redazione IMN

All’Aquila il convegno “Ricostruire l’economia”

PNRR: 700 milioni di euro dalla macro-misura B del Fondo complementare per i territori colpiti dal ...
Redazione IMN